Usa:corte d'appello revoca lo stop a due esecuzioni federali

Entrambe di afroamericani. Sdegno primogenito Martin Luter King

(ANSA) - NEW YORK, 14 GEN - E' nelle mani della Corte Suprema la sorte degli ultimi due condannati federali che l'amministrazione Trump vorrebbe mettere a morte prima della fine del suo mandato. Una corte d'appello federale ha revocato oggi lo stop alle esecuzioni che un altro tribunale aveva concesso ai condannati Cory Johnson e Dustin Higgs perché entrambi malati di Covid.
    L'esecuzione di Johnson è in calendario per stasera, quella di Higgs domani. I due sono entrambi afro-americani. Martin Luther King III, il primogenito di Martin Luther King, ha criticato con forza le due imminenti iniezioni letali. "Domani mio padre avrebbe compiuto 92 anni. Lui aborriva la pena di morte. Le esecuzioni di uomini Neri il giorno del suo compleanno sono un oltraggio alla sua memoria", ha scritto in un intervento sul Washington Post.
    L'amministrazione Trump ha riportato in vigore le esecuzioni federali lo scorso luglio dopo una pausa di 13 anni. Da allora ha somministrato l'iniezione letale a dieci uomini e ieri a una donna, Lisa Montgomery. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie