Venezuela: Guaidó, 'nel 2021 non abbandonerò il Paese'

'Mi aspetto una transizione di potere dopo le elezioni'

(ANSA) - CARACAS, 16 SET - Juan Guaidó, leader oppositore venezuelano autoproclamatosi presidente ad interim, ha assicurato che non abbandonerà il Paese dopo le elezioni legislative del 6 dicembre e che anzi si aspetta nel 2021 "l'inizio di una transizione" di potere in Venezuela.
    Durante una conferenza virtuale dell'organizzazione spagnola Nueva Economia, riferisce il quotidiano Panorama, Guaidó ha rinnovato il suo appello al boicottaggio del voto di dicembre considerato una "farsa" priva delle minime garanzie democratiche e utile solo a "stabilizzare il disastro" venezuelano.
    Per quello che mi riguarda, ha assicurato, "io resterò in Venezuela nel 2021, e spero che sia in una fase di transizione, in un impegno di ricostruzione", ed in ogni caso lottando contro "la dittatura" del governo del presidente Nicolás Maduro.
    La sua proposta riguarda la definizione di una agenda per arrivare a elezioni presidenziali e parlamentari contemporanee e, in attesa di questo, l'estensione dei poteri dell'Assemblea nazionale (An) di cui è attualmente presidente.
    La Costituzione del Venezuela prevede elezioni parlamentari ogni cinque anni, e quindi il mandato di Guaidó scade al momento dell'insediamento dei nuovi parlamentari a gennaio 2021. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie