Thailandia: protesta anti-governo ispirata a Harry Potter

Collegamento tra il cattivo Voldemort e il Palazzo reale

(ANSA) - BANGKOK, 4 AGO - Circa 200 manifestanti anti-governativi hanno inscenato ieri una protesta a Bangkok ispirandosi a Harry Potter, in un'innovativa forma di dissenso che per la prima volta in pubblico si è riferita, seppur in modo indiretto, alla monarchia.
    I dimostranti, riunitisi attorno al Monumento per la democrazia nella parte antica della capitale thailandese, hanno esibito cartelli con disegni e scritte sul tema "Harry Potter contro colui che non si può nominare", tracciando un collegamento tra Lord Voldemort, il "cattivo" della saga incentrata sulle avventure del giovane mago, e il Palazzo reale. I manifestanti erano anche vestiti in tema.
    In Thailandia vige la legge di lesa maestà più severa al mondo, con pene che vanno fino ai 15 anni di reclusione e che in diversi casi sono state aumentate combinando le pene previste dalla Legge sui reati informatici. Il sovrano è considerato semi-divino e mantiene un'enorme influenza morale sugli affari del regno, e la nuova Costituzione scritta dai militari quattro anni fa gli conferisce maggiori poteri, per quanto ufficialmente il re è al di sopra della politica. Inoltre, il re Vajiralongkorn non gode dell'autorità morale del compianto padre Bhumibol e trascorre gran parte dell'anno in una villa in Germania, con rare e brevi visite nel regno.
    "Discutere di questo non è un atto per rovesciare la monarchia, ma per permettere alla monarchia di esistere nella società thailandese nel modo appropriato e legittimo nell'ambito di una monarchia costituzionale e democratica", ha detto alla folla una delle organizzatrici.
    Nelle ultime due settimane, dopo una pausa di quattro mesi dovuta allo stato di emergenza proclamato per combattere l'emergenza Covid, le manifestazioni studentesche contro il governo guidato dall'ex generale Prayuth Chan-ocha sono riprese, con un picco di 2mila manifestanti in luglio. Prima di ispirarsi al tema di Harry Potter, i manifestanti anti-governativi già da anni usano il saluto con le tre dita alzate, come nella serie di film "The Hunger Games", in cui i giovani organizzano la resistenza contro una dittatura. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie