Procure, Poniz: 'Non persa credibilità'

Vicenda orrenda, ma siamo parte dello storia migliore del Paese

(ANSA) - MILANO, 3 LUG - "Ho letto oggi una dichiarazione che trovo inaccettabile perché violenta e che respingo al mittente, che i magistrati per colpa di queste vicende hanno perso la loro credibilità. Questo va respinto con forza, perché noi siamo i magistrati italiani, siamo parte della storia migliore di questo paese". Lo ha detto il presidente Anm Luca Poniz. "Nessuno ci ha mai intimidito - ha aggiunto - non le pallottole, non il tritolo, non le oscene manifestazioni della politica sulle scalinate di questo tribunale". Poniz, nel suo intervento ad un'assemblea dell'Anm milanese, ha poi voluto evidenziare che i magistrati sono la "parte della storia migliore di questo paese, e vogliamo continuare a esserlo. Dobbiamo prendere forza dall'isolamento forte che abbiamo fatto avvertire a chi si è reso responsabile di questa orrenda vicenda - ha aggiunto Poniz - Dobbiamo far sentire forte l'isolamento che la magistratura alza verso questa patologia enorme che abbiamo accertato".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie