Galantino: accogliere coppie irregolari

Anche loro sono fedeli cristiani, spesso discriminati di fatto

(ANSA) - ROMA, 27 AGO - La Chiesa deve "far sentire a casa chiunque ne faccia parte". Lo ha detto il segretario generale della Cei, mons. Nunzio Galantino, aprendo a Orvieto un convegno sulla liturgia. Anche le persone che "si trovano in una situazione matrimoniale irregolare" sono "cristiani", "fanno parte della Chiesa" ma talvolta sono visti dagli altri "con uno sguardo carico di pregiudizio". "Al peso della non ammissione ai sacramenti si aggiunge, non giustificatamente, una loro discriminazione di fatto".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie