Tlc

Cina: media, stop temporaneo a nuovi giochi online

Decisione rivelata ieri da autorità Pechino a colossi settore

(ANSA) - ROMA, 10 SET - La Cina ha sospeso in via temporanea l'approvazione dei nuovi videogame, in quello che è un nuovo duro colpo alle società del settore e, più in generale, al comparto tecnologico. Secondo quanto riportato dal South China Morning Post, citando fonti vicine al dossier, la decisione sarebbe stata rivelata proprio nella convocazione di ieri dei vertici dei colossi dei videogame, come Tencent e NetEase, da parte dei funzionari del Dipartimento centrale della Propaganda del Partito comunista, dell'Amministrazione Nazionale per la Stampa e le Pubblicazioni, della Cyberspace Administration of China e del ministero della Cultura e del Turismo. L'evento si è concentrato sulle restrizioni per i minori e sul controllo dei contenut: in sostanza, hanno spiegato le fonti al quotidiano di Hong Kong, la mossa delle autorità significa che "tutto è in sospeso" e che non ci saranno nuove approvazioni "per un po'" perché la priorità, al momento, è quella di "ridurre il numero di nuovi videogiochi" nel Paese. Scenario che ha portato a pesanti perdite dei tecnologici (Tencent a -8,48% e NetEase a -11,03%) alla Borsa di Hong Kong che ha chiuso in rosso del 2,30%. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie