LG pensa di abbandonare produzione smartphone

Divisione in perdita e presenza ridotta sul mercato mondiale

Il colosso tecnologico coreano LG starebbe pensando di abbandonare la produzione di smartphone. "Nel mercato globale, la concorrenza nel settore della telefonia mobile è diventata più agguerrita - ha detto LG, secondo quanto riporta Reuters online - abbiamo raggiunto il punto in cui dobbiamo prendere la decisione migliore sulla nostra attività di telefonia mobile, considerando la competitività attuale e futura".

L'azienda che non produce solo smartphone ma una vasta gamma di prodotti tecnologici, compresi i più remunerativi elettrodomestici, in 23 trimestri consecutivi ha totalizzato perdite nel settore smartphone per circa 4,5 miliardi di dollari. L'amministratore delegato di LG, Brian Kwon, ha affermato che la società prevede di mantenere i dipendenti indipendentemente da ciò che accadrà all'unità 'mobile'.

L'azienda ha visto ridurre la propria quota di mercato in sette anni: nel primo trimestre del 2013 (secondo dati Strategy Analytics) era al terzo posto, nel terzo trimestre 2020 non era nemmeno tra le prime sette del mercato (secondo Counterpoint) avendo perso terreno rispetto ai produttori cinesi.

Secondo gli analisti - come riporta Reuters - se LG decidesse di chiudere il business della telefonia mobile, potrebbe aumentare la sua capitalizzazione di mercato poiché più di cinque anni di perdite cumulative hanno pesato sulla valutazione. La fine della sua attività di telefonia, infine, potrebbe anche aiutare LG a concentrarsi sull'espansione del settore veicoli, in cui ha recentemente lanciato una joint venture con il fornitore automobilistico Magna International per realizzare componenti per auto elettriche.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie