Covid: mercato globale smartphone ancora in calo, -5,7%

Analisti:nel terzo trimestre Xiaomi supera Apple e sale su podio

Il mercato mondiale degli smartphone continua a pagare le conseguenze della pandemia. Dopo due trimestri consecutivi con un calo intorno al 20%, da luglio a settembre le vendite di dispositivi hanno iniziato a mostrare i primi segnali di ripresa, ma i numeri continuano a essere deboli rispetto a quelli dell'anno scorso. Stando agli analisti di Gartner, infatti, nel terzo trimestre si sono venduti 366 milioni di smartphone, pari a una flessione del 5,7% su base annua.

Tra le aziende i ricercatori segnalano il balzo in avanti di Xiaomi, che scavalca Apple ed espugna la terza posizione in classifica. A subire la contrazione più marcata è invece Huawei, che continua a scontare le sanzioni Usa.

Sul primo gradino del podio resta Samsung. La società sudcoreana nel terzo trimestre ha venduto 80,8 milioni di smartphone, pari a un +2,2%. Seconda si conferma Huawei, ma il colosso di Shenzhen registra un calo del 21,3% scendendo a 51,8 milioni di smartphone rispetto ai 65,8 milioni venduti nel terzo trimestre 2019.

Al terzo posto si insedia Xiaomi, forte di una crescita del 34,9% a 44,4 milioni di unità. L'azienda cinese, osserva Gartner, sta guadagnando dalla perdita di terreno di Huawei.

Apple scivola fuori dal podio con 40,6 milioni di iPhone venduti, lo 0,6% in meno rispetto a un anno fa. La flessione, rilevano i ricercatori, è però attribuibile al ritardo del lancio dei nuovi melafonini rispetto al 2019. Quinta è Oppo con 29,9 milioni di smartphone, in calo del 2,3%.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie