La Banca centrale del Brasile sospende i pagamenti via WhatsApp

Per la necessità di "preservare ambiente competitivo adeguato"

I consumatori brasiliani non potranno utilizzare il nuovo servizio di WhatsApp che consente pagamenti e trasferimenti di denaro: lo ha deciso la Banca centrale locale, che ha ordinato a Visa e Mastercard di sospendere le attività del servizio, lanciato la scorsa settimana dall'applicazione di messaggistica istantanea.

In una nota, la Banca centrale ha sottolineato la necessità di valutare i rischi della nuova tecnologia, che sta venendo impiegata gradualmente in Brasile. Il gigante sudamericano è stato il primo ad essere scelto da Facebook, proprietaria di WhatsApp, per testare il servizio. Nella nota, la Banca centrale ha evidenziato l'esigenza di "preservare un ambiente competitivo adeguato, che garantisca il funzionamento di un sistema di pagamento interoperabile, veloce, sicuro, trasparente, aperto ed economico".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie