Via monitoraggio vendite online, primi dati a ottobre

L'Agenzia delle Entrate fissa modalità invio, obbligo per tutte le piattaforme

Scatta il monitoraggio delle vendite online, con il primo invio dei dati fissato entro il 31 ottobre. L'Agenzia delle Entrate ha messo a punto le modalità di invio delle comunicazioni con i dati dei fornitori che abbiano effettuato almeno una vendita nel trimestre di riferimento. alle quali sono tenuti tutti i soggetti, anche non residenti, che facilitano le vendite a distanza attraverso interfaccia elettronica, mercati virtuali (marketplace), piattaforme digitali, portali o mezzi analoghi.

I soggetti obbligati alla comunicazione dovranno inviare ogni tre mesi all'Agenzia per ciascun fornitore dei beni venduti tramite piattaforme e/o portali la denominazione o i dati anagrafici completi, incluso l'identificativo univoco utilizzato per effettuare le vendite, la residenza o il domicilio, il codice identificativo fiscale ove esistente, e l'indirizzo di posta elettronica; il numero totale delle unità vendute in Italia; a scelta del soggetto passivo, per le unità vendute in Italia l'ammontare totale dei prezzi di vendita o il prezzo medio di vendita, espressi in euro.

I dati saranno trasmessi tramite i servizi telematici, Entratel/Fisconline, gestiti dall'Agenzia delle Entrate. In particolare, per l'invio devono essere utilizzati i specifici prodotti software di controllo che saranno resi disponibili gratuitamente dall'Agenzia. Ci si potrà avvalere anche di intermediari. I soggetti non residenti, privi di stabile organizzazione in Italia, si identificheranno direttamente ovvero tramite un rappresentante fiscale residente nel territorio dello Stato. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie