Vaccini: in Usa 2/3 fake news arriva da sole 12 persone

Studio esamina 'disinformation dozen', anche santoni e no vax

Negli Usa quasi due terzi della disinformazione sui vaccini anti Covid su Facebook e Twitter è dovuta ad appena 12 persone, e nonostante gli sforzi dei social i loro post hanno raggiunto 29 milioni di persone. Lo afferma un rapporto delle no profit Center for Countering Digital Hate (Ccdh) e Anti-Vax Watch, basato sull'analisi di 812mila post pubblicati tra l'1 febbraio e il 16 marzo.

Della 'disinformation dozen', scrivono gli autori, fanno parte politici, come Robert F. Kennedy Jr, medici famosi negli Usa per le teorie no vax come la ginecologa Christiane Northrup e 'santoni vari'. I loro profili e quelli delle loro organizzazioni sono responsabili del 65% dei post cospirazionisti, che solo nel mese di aprile sono stati visti e condivisi 29 milioni di volte. Molti dei contenuti no vax condivisi sui social, ha mostrato l'analisi, anche se non partono direttamente dai '12' sono comunque derivati dal loro materiale.

"Il 'sequel' della nostra indagine di marzo - si legge nel rapporto - rivela che un mese dopo che i dirigenti di 'big tech' hanno preso l'impegno davanti al Congresso di fermare questi 'superdiffusori' di disinformazione sui vaccini la 'disinformation dozen' continua ad operare attraverso Facebook, Twitter e Instagram. Dieci di questi profili sono ancora attivi su Facebook, e otto su Instagram, e almeno 105 post sono riusciti a superare le barriere messe dalle policy sulla disinformazione".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie