Il comitato di Facebook conferma il bando di Trump

Era stato escluso 'a tempo indefinito' quattro mesi fa

Il comitato di supervisione di Facebook ha deciso di confermare il bando di Donald Trump dalla piattaforma. Il Facebook Oversight Board è un gruppo esterno di esperti indipendenti creato dal fondatore Mark Zuckerberg per riesaminare le scelte più spinose della policy del social network. Trump era stato bandito "a tempo indefinito" quattro mesi fa per aver incitato i suoi fan ad assaltare il Congresso e per averli poi difesi come "patrioti".

Trump accusa i social, denunciando che quello che hanno fatto Facebook, Twitter e Google sono "una vergogna e un imbarazzo assoluto". "I corrotti social media devono pagare un prezzo politico", ha detto in un comunicato l'ex presidente.

"Le azioni di Trump sui social hanno incoraggiato e legittimato la violenza e sono state una grave violazione delle regole di Facebook - afferma Thomas Hughes, direttore della Oversight Board Administration - Mantenendo una narrativa infondata di frode elettorale e persistenti inviti all'azione, Trump ha creato un ambiente in cui era possibile un serio rischio di violenza. La decisione di Facebook di sospenderlo il 7 gennaio è stata giusta".

Il comitato ha stabilito che la decisione di sospendere l'ex presidente debba essere riesaminata tra sei mesi. La decisione riguarda anche Instagram, controllata da Facebook. Trump aveva almeno 60 milioni di follower su entrambe le piattaforme. Per l'ex presidente Usa si tratta di un brutto colpo, anche se da ieri ha lanciato una sua piattaforma.
    
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie