Twitter, ora si può scegliere chi risponde ai propri tweet

Microblog estende funzione, contro hate speech e bullismo

   Contro molestie, bullismo e linguaggio d'odio Twitter estende una nuova funzione che consente agli utenti di limitare la ricezione di messaggi sgradevoli decidendo chi può rispondere ai loro tweet. La novità, testata a partire da maggio, è disponibile ora per tutti gli utenti della piattaforma. Prima di pubblicare un tweet, si potrà scegliere fra tre opzioni: possono rispondere tutti come al solito, solo le persone che l'utente segue oppure solo quelle menzionate nel messaggio.
    I tweet pubblicati con le ultime due opzioni verranno contrassegnati con un'etichetta e l'icona di risposta sarà disattivata per le persone che non possono rispondere. Queste ultime però potranno ancora visualizzare, Retwittare, Retwittare con commento, condividere e mettere Mi Piace a questi Tweet.
    "È emerso - spiega il microblog - che queste funzioni hanno aiutato alcune persone a sentirsi più sicure e ad avviare conversazioni più significative, consentendo comunque ad altri di leggere diversi punti di vista. Questa novità - aggiunge - potrebbe creare conversazioni più significative su Twitter". Ad esempio, i tweet "pubblicati utilizzando queste nuove funzioni relativi a tematiche come il movimento Black Lives Matter o la pandemia da COVID-19 sono in media più lunghi rispetto a quelli pubblicati senza queste impostazioni".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie