Wsj, Facebook valuta modifiche sugli spot politici

Social sotto pressione dopo iniziative Google e Twitter

Facebook sta valutando potenziali modifiche alla sua politica per gli spot politici per combattere le fake news e la disinformazione. Secondo quanto riporta il Wall Street Journal, Facebook è in contatto con inserzionisti democratici e repubblicani per le potenziali modifiche. La valutazione avviata da Facebook riflette le crescenti pressioni sul social di Mark Zuckerberg dopo le modifiche per gli spot politici introdotte da Google e Twitter.

Google sta mettendo in atto una stretta sulle pubblicità di carattere politico. In base alle nuove regole su tutte le piattaforme del big di Mountain View, compresa YouTube, in America e nel resto del mondo sarà vietato a politici e candidati di prendere di mira intere categorie di utenti ed elettori sulla base della loro affiliazione politica. Questo per stroncare il fenomeno delle fake news che circolano negli spot elettorali.

Decisione più estrema di Twitter, che ha deciso di eliminare del tutto gli spot politici.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA