Internet&Social

Google Street View si tuffa in Brasile

Viaggio nei siti Unesco di Fernando de Noronha e Atol das Rocas

Nuove esplorazioni virtuali nella natura grazie a Google Street View: dopo Groenlandia e Amazzonia, il servizio di 'Big G' che consente di esplorare luoghi a 360 gradi si tuffa anche al largo del Brasile per svelare le meraviglie ambientali delle isole protette e patrimonio Unesco Fernando de Noronha e Atol das Rocas. Un viaggio che spazia tra spiagge dorate, cascate e abissi popolati da delfini e tartarughe.

Le immagini sono state raccolte col Google Trekker, lo speciale zaino tecnologico equipaggiato con 15 fotocamere ad alta risoluzione e strumentazioni GPS, indossato durante i percorsi su litorali e scogliere e in grado di restituire una panoramica dei luoghi a 360 gradi, e in collaborazione col Catlin Seaview Survey per l'esplorazione sottomarina.

Dal divano di casa si può ammirare l'arcipelago di Fernando de Noronha, una delle destinazioni al top dell'eco-turismo in Brasile, dove i visitatori normalmente accedono in modo controllato e a piccoli gruppi proprio per preservare il territorio. Ci si può anche 'tuffare' nel "Buraco do Inferno", ovvero la "Grotta dell'Inferno", una formazione rocciosa unica.

L'atollo Das Rocas è invece normalmente accessibile solo per la ricerca scientifica. Si tratta di un luogo fondamentale per la riproduzione di numerosi animali: ospita almeno 30 diverse specie di uccelli marini tropicali. Nessuno potrà mai mettervi piede come turista, ma almeno ora Street View dà il via libera alle visite virtuali, nuotando insieme a delfini e tartarughe.
 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie