Hi-tech
  1. ANSA.it
  2. Tecnologia
  3. Hi-tech
  4. Twitter: Dorsey, non sarò mai più amministratore delegato

Twitter: Dorsey, non sarò mai più amministratore delegato

La società congela assunzione e adotta misure di taglio costi

"Non sarò mai più amministratore delegato". Lo ha twittato Jack Dorsey, il fondatore ed ex numero uno di Twitter, rispondendo al comico e personalità YouTube Charles Wieand, conosciuto come Wild Charles. In un cinguettio Wieand ha ipotizzato che Musk avrebbe scelto Dorsey per guidare Twitter.

Twitter intanto congela le assunzioni e intraprende altre misure di taglio dei costi. Lo riporta l'agenzia Bloomberg citando una comunicazione interna dell'amministratore delegato Parag Agrawal, nella quale viene precisato che gli eventi globali hanno avuto un effetto sui risultati di Twitter e potrebbero continuare a farsi sentire. Al momento non sono previsti tagli alla forza lavoro "ma continueremo a effettuare modifiche all'organizzazione per migliorare le efficienze dove è necessario". Le misure riflettono l'incertezza della società che cinguetta mentre è in corso l'acquisizione da parte di Elon Musk. Twitter annuncia anche l'uscita di due manager, il responsabile dei prodotti al consumo Kayvon Beykpour e quello dei ricavi Bruce Falck.

Intanto, l'imprenditore è di nuovo nel mirino della Sec. La consob americana sta indagando sulla tardiva comunicazione del patron di Tesla in merito alla sua quota in Twitter. Lo riporta il Wall Street Journal citando alcune fonti, secondo le quali l'inchiesta riguarda la tardiva presentazione del modulo che gli investitori devono presentare quando acquistano più del 5% di una società. Una comunicazione che serve ad avvertire gli investitori e la stessa società che un altro investitore potrebbe cercare di assumere il controllo. Musk ha presentato il modulo il 4 aprile, con almeno 10 giorni di ritardo rispetto a quando ha superato la soglia del 5%.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie