Hi-tech

Da settembre app di Google bloccate sui vecchi Android

Interessate le versioni Gingerbread 2.3.7 e precedenti

A partire dal 27 settembre, tutti gli smartphone che girano con Android 2.3.7 Gingerbread o versioni precedenti non potranno più accedere ai servizi di Google. Lo ha comunicato la stessa azienda, spiegando che il provvedimento è pensato per "proteggere la sicurezza degli utenti". Chi proverà ad accedere, dopo tale data, alle app di proprietà Google potrebbe imbattersi in un messaggio di errore relativo a nome utente o password. Tra le più usate, che ricadono nel limite, ci sono YouTube, Maps, Gmail ma anche Drive e le note di Keep sincronizzate sul cloud.

C'è da dire che il problema si paleserà quando si tenterà di accedere con username e chiave personale ad un'app, mentre chi è già autenticato potrebbe continuare a utilizzare le piattaforme senza grosse difficoltà. Non è detto però che Google, proprio per preservare l'incolumità digitale dei clienti, non possa spingere, da remoto, un logout ai software, rendendo così impossibile un nuovo accesso. Come anticipato dal gruppo statunitense, la mossa è conseguenza dell'impossibilità di aggiornare un sistema operativo che ha più di dieci anni e che non supporta molte delle novità in ambito sicurezza, rilasciate successivamente.

Basti pensare alla biometria, che consente di fare login al proprio account sfruttando il riconoscimento del viso o la lettura delle impronte, una procedura ulteriore di difesa contro hacker e criminali informatici.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie