Hi-tech

La prossima generazione di iPhone 13 supporterà il Wi-Fi 6E

Novità anche per foto e batteria: attese 90 milioni di unità

Nuove indiscrezioni suggeriscono che Apple potrebbe portare sulla prossima generazione di iPhone 13 il supporto al Wi-Fi 6e. Secondo un recente rapporto di DigiTimes, vari fornitori del gigante di Cupertino, tra cui Win Semiconductors, Advanced Wireless Semiconductor Company e Visual Photonics Epitaxy Comp, sono già pronti a fornire i componenti relativi al Wi-Fi 6e, la tecnologia più recente e avanzata della connessione wireless, approvata dalla Wi-Fi Alliance nel 2020. A differenza dei precedenti standard che funzionano su bande 2,5 Ghz o 5 Ghz, Wi-Fi 6e utilizza la banda 6 GHz, attualmente meno congestionata, tale da offrire velocità massime fino a 9,6 Gbps.

Aggiungendo il supporto al Wi-Fi 6e all'iPhone 13, Apple seguirebbe le mosse già effettuata dai concorrenti, come Samsung, che all'inizio di quest'anno ha incluso il supporto alla linea dei Galaxy S21. Oltre alla connessione, altri miglioramenti attesi dall'iPhone 13 sono una batteria più grande, una frequenza di aggiornamento dello schermo a 120Hz, un notch più piccolo per il Face ID, e una fotocamera principale con sensore da 108 megapixel. Apple conta di battere ogni record di vendita con i suoi prossimi iPhone. Stando a Bloomberg , l'azienda avrebbe chiesto ai fornitori di produrre almeno 90 milioni di esemplari di nuova generazione nel 2021, il che rappresenta un aumento del 20% rispetto ai 75 milioni di unità arrivate in tutto il 2020. La presentazione degli iPhone 13, ancora da confermare, dovrebbe avvenire entro il mese di settembre.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie