Apple: stampa, +30% produzione iPhone nel primo semestre

Domanda robusta per i nuovi modelli, azienda incrementa ordini

Apple ha intenzione di incrementare la produzione di iPhone portandola a 96 milioni di unità nel primo semestre del 2021, con un incremento del 30% rispetto allo stesso periodo del 2020, in modo da assecondare la forte domanda registrata per i nuovi iPhone 12. Lo riferisce il quotidiano asiatico Nikkei.

Stando alle fonti citate, la società californiana avrebbe chiesto ai fornitori di produrre 95-96 milioni di iPhone, compresi anche i vecchi iPhone 11 e l'iPhone SE. La carenza di componenti chiave che si registra nell'industria, osserva il quotidiano, potrebbe però rendere complicato raggiungere tale obiettivo.

Nell'intero 2021, Apple intenderebbe produrre 230 milioni di iPhone tra vecchi e nuovi modelli. Si tratterebbe di un incremento del 20% rispetto al 2019.

"La produzione pianificata per il prossimo trimestre e per quelli successivi è stata decisa, e le prospettive sono piuttosto rosee", ha detto a Nikkei un dirigente di un importante fornitore di Apple. "L'iPhone 12 Pro e l'iPhone 12 Pro Max hanno una domanda decisamente più forte delle attese e la richiesta di iPhone 12 è in linea con le previsioni, mentre l'iPhone 12 mini è un po fiacco", ha aggiunto.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie