Apple cala gli assi, arrivano gli iPhone 12 mini e Pro Max

Ecco lo smartphone 5G più compatto e il melafonino più potente

Dopo l'iPhone 12 e il 12 Pro, Apple porta sugli scaffali i due smartphone più interessanti della linea, che quest'anno per la prima volta si compone di quattro dispositivi tutti compatibili con le reti di quinta generazione. Nei negozi arrivano infatti l'iPhone 12 Pro Max, che è il melafonino più grande e potente, e la vera novità del 2020: l'iPhone 12 mini, "il telefono 5G più piccolo, leggero e sottile al mondo", come sottolinea Cupertino.

IPHONE 12 MINI

L'iPhone 12 mini non si presenta come uno smartphone più economico, ma come un device per chi vuole la potenza dei top di gamma in un formato compatto. E le misure sono davvero ridotte: 131,5 millimetri di altezza, 64,2 di larghezza e 7,4 di spessore, che riescono a contenere uno schermo Oled da 5,4 pollici. A confronto l'iPhone SE lanciato in primavera misura 138,4 x 67,3 millimetri, ma ha un display che si ferma a 4,7 pollici. Grandezza a parte, il mini porta con sé le stesse caratteristiche dell'iPhone 12 in vendita dal 23 ottobre. Il design è nuovo, con un bordo in alluminio aerospaziale che riporta alla mente gli iPhone 4 e 5. Così come nuovo è il Ceramic Shield: cristalli di nanoceramica nel vetro, per proteggere lo schermo rendendolo quattro volte più resistente alle cadute. Tra i punti di forza c'è il display, ben leggibile e definito nonostante la dimensione più piccola del consueto. Il Super Retina XDR dell'iPhone 12 mini ha una risoluzione di 2.340x1.080 pixel, in linea con quella dell'iPhone 12, e una densità anche maggiore (476 ppi contro 460). Cuore pulsante è il processore A14 Bionic, lo stesso che equipaggia l'ultimo iPad Air e anche gli iPhone 12 Pro. La doppia fotocamera posteriore da 12 megapixel è la medesima già vista su iPhone 12: ultra-grandangolo con apertura f/2,4 e angolo visivo di 120 gradi; grandangolo f/1,6 con stabilizzazione ottica. Lo zoom ottico è 2x, digitale 5x. La fotocamera frontale è sempre da 12 megapixel, con apertura f/2,2, e al pari delle posteriori consente di girare video HDR con Dolby Vision fino a 30 frame al secondo, oltre che in 4K fino a 60 fps. La batteria del mini promette di durare fino a 15 ore di riproduzione video o 10 ore di streaming video. A ottimizzarla è anche il 5G "intelligente", che passa automaticamente alle reti Lte per risparmiare batteria quando il 5G non è indispensabile (ad esempio mentre le app si aggiornano in background). Come il fratello maggiore, anche l'iPhone 12 mini arriva in tre tagli di memoria (64, 128 e 256 GB) e in cinque colori: nero, blu, bianco, verde e rosso (PRODUCT)Red. Il prezzo parte da 839 euro.

IPHONE 12 PRO MAX

L'I'Phone 12 Pro Max è il melafonino più grande mai prodotto da Apple, con uno schermo Super Retina XDR da 6,7 pollici dalla risoluzione di 2.778x1.284 pixel a 458 ppi. Ma a caratterizzarlo ancora di più è una spiccata attitudine per l'audiovisivo. Lo smartphone monta una tripla fotocamera posteriore: ultra-grandangolo con apertura f/2,4 e campo visivo di 120°, grandangolo con apertura f/1,6 e teleobiettivo f/2,2 che raggiunge uno zoom ottico 5x e digitale 12x. Nel sensore principale la stabilizzazione ottica non è sulla lente, ma direttamente sul sensore, e il pixel è più grande, da 1,7 micrometri, per catturare più luce e consentire un maggior dettaglio anche di notte. In aggiunta c'è lo scanner LiDAR, che serve a catturare informazioni più precise sulla profondità oltre che a muoversi nella realtà aumentata. Lo scanner si rivela utile nelle foto notturne, migliorando nettamente l'autofocus in condizioni di scarsa luminosità. La qualità è elevatissima anche nelle registrazioni video: HDR con Dolby Vision fino a 60 frame al secondo. Capitolo a parte merita il formato ProRaw che arriverà con un aggiornamento software. Si tratta di una via di mezzo tra il formato Raw che usano i fotografi con una reflex - file non compressi che consentono la massima libertà in fase di editing a livello di esposizione, bilanciamento del bianco, colore - e i classici formati compressi Jpg e Heif. Il formato ProRaw "contiene tutte le informazioni Raw standard, e in più i dati di elaborazione dell'immagine di Apple. Così parti in vantaggio nell'editing: la riduzione del rumore e le regolazioni dell'esposizione multi-fotogramma sono già presenti, e tu hai più tempo per calibrare il colore e il bilanciamento dei bianchi", spiega Apple. L'iPhone Pro Max approda nei negozi con tre tagli di memoria (128, 256 e 512 GB) e in quattro colori: blu Pacifico, oro, argento e grafite. Il prezzo parte da 1.289 euro. 
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie