Apple: analisti, vendite iPhone 2020 a +4%, mercato a -10%

Risultato positivo grazie all'iPhone SE e ai nuovi iPhone 12

I nuovi iPhone 12 appena presentati, ma anche l'economico iPhone SE lanciato ad aprile, consentiranno a Apple di chiudere l'anno in corso con consegne in crescita, in controtendenza rispetto al mercato complessivo che invece sconta le conseguenze della pandemia. Lo prevedono gli analisti di CounterPoint, secondo cui nel 2020 le consegne di iPhone registreranno un +4% su base annua, a fronte del -10% atteso per il mercato globale degli smartphone.

Stando agli esperti, Apple è passata dal -5% del primo trimestre al +2% del secondo e al +3% del terzo trimestre, mentre per gli ultimi tre mesi dell'anno si attende un +10% proprio grazie all'iPhone 12. Parallelamente, il mercato degli smartphone è passato dal -13% del primo trimestre al -23% del secondo e al -6% del terzo, con la previsione di un -1% nel quarto trimestre.

Nel secondo trimestre, il più colpito dal Covid-19, "Apple è stata aiutata dal lancio tempestivo dell'iPhone SE", che con un listino di 399 dollari è il melafonino più economico, osserva l'analista Tom Kang "L'iPhone SE e l'iPhone 11 hanno contribuito a mantenere lo slancio durante il terzo trimestre, mentre il mercato complessivo è rimasto negativo".

Proprio l'iPhone 11 nel 2019 è stato il primo, dopo l'iPhone 7 del 2016, a far crescere le vendite di nuovi iPhone nel quarto trimestre. E quest'anno, secondo gli analisti, l'iPhone 12 nel quarto trimestre farà segnare un +1% nonostante il ritardo del lancio sul mercato, slittato alla seconda metà di ottobre.

   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie