Microsoft, l'Intelligenza Artificiale creerà nuovi lavori

Presidente Smith lancia 'Ambizione Italia', formazione a giovani

"L'Intelligenza artificiale sostituirà delle mansioni, ma creerà anche nuovi lavori", per er questo "dobbiamo prepararci al futuro dell'Intelligenza artificiale", che richiederà "nuove competenze per tutti e non solo per i giovani". Lo ha detto Brad Smith, durante un incontro con gli studenti del Politecnico di Milano, per i quali vede "grandi opportunità". "Ci sono dei lavori che non potranno mai essere sostituiti dall'Intelligenza artificiale", come "gli infermieri, gli insegnanti e i lavoratori nel sociale", ha aggiunto il numero uno di Microsoft che in occasione della sua visita in Italia ha lanciato il progetto 'Ambizione Italia' per offrire a 250.000 studenti in tutto il Paese competenze digitali in linea con i nuovi trend tecnologici.

A proposito di Intelligenza Artificiale, il top manager della casa di Redmond ha osservato che "è importante che i governi trovino nuovi modi di lavorare insieme, in particolare tra una sponda e l'altra dell'Atlantico". "Sarebbe importante - ha aggiunto - mettere insieme Stati Uniti, Unione Europea, Canada e altri paesi. Penso che i governi debbano guidare il processo, ma il settore privato ha un ruolo importante da giocare che riguarda la formazione delle persone, in modo che abbiano le competenze per gestire l'intelligenza artificiale.

Quindi anche noi abbiamo una grande responsabilità", ha aggiunto Smith spiegando che Microsoft punta anche sulla sfida etica ed ha partecipato al processo di realizzazione del Codice etico Ue sull'Intelligenza artificiale.

Il presidente di Microsoft, a Roma, ha avuto un colloquio con il Papa accompagnato dal presidente della Pontificia Accademia per la Vita, arcivescovo Vincenzo Paglia. "Durante l'incontro, Smith ha parlato dell'Intelligenza Artificiale al servizio del bene comune e di alcune attività per colmare il divario digitale che ancora persiste a livello globale - ha spoiegato il direttore "ad interim" della Sala Stampa della Santa Sede, Alessandro Gisotti -. Infine è stato annunciato al Santo Padre che Microsoft, assieme alla Pontificia Accademia per la Vita, promuoverà un premio internazionale sull'etica nell'Intelligenza Artificiale, tema dell'Assemblea dell'Accademia 2020". "Ricordiamo che la prossima Plenaria della Pontificia Accademia per la Vita si svolgerà dal 25 al 27 febbraio 2019 in Vaticano sul tema 'Roboetica. Persone, macchine e salute', mentre la Plenaria del 2020 avrà per tema l'Intelligenza Artificiale", aggiunge il portavoce vaticano.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA