Responsabilità editoriale di GoBrand in collaborazione con Digital Media

Social, musica e libri: Zannetti, "Da musicista a scrittore grazie ai social"

Grazie ai social media il cambio di carriera di Carlo Zannetti, da musicista a autore di libri e scrittore apprezzato sul web.

Da musicista a scrittore apprezzato grazie al successo sui social. È quanto sta accadendo a Carlo Zannetti, un musicista che per quasi 40 anni ha fatto di tutto e di più, lavorando come autore, chitarrista e, in alcuni casi, come direttore artistico per grandi nomi della musica, come Loredana Bertè, Enrico Ruggeri, Eugenio Finardi, Shel Shapiro, Jalisse, Jimmy Fontana, Marco Ferradini, Andrea Mirò, Statuto, Sonohra, Chiara Canzian, Raul Cremona e molti altri.

Zannetti ha da sempre condiviso sui canali social i suoi pensieri, poesie e foto scattate ai suoi concerti, ottenendo da subito grandi consensi dai fans.

Ora grazie a questo nutrito seguito sui social network, a cui ha da sempre dato molta importanza, Carlo sta vedendo i frutti della sua nuova carriera di scrittore.

Così dopo l’inizio della carriera di scrittore Zannetti pubblica sui social anche frasi tratte dai suoi libri, e gli articoli dedicati alla storia della musica, con le sue ormai famose interviste ai più celebri protagonisti del pop italiano.

Tra i vari post anche le sue riflessioni, che affidate ai social lo mettono a nudo, e raccontano con un velo di nostalgia il cambiamento di rotta in ambito musicale e lavorativo: 

”Quel giorno mentre tornavo da Milano in auto, dentro di me si è rotto qualcosa. Cercavo una canzone che potesse piacermi alla radio ed in venti minuti non ci riuscii. La musica d’oggi non è più espressione di niente, non fa più volare, non fa più sognare, non ci sono più leader carismatici come ai miei tempi, si canta e si suona senza anima. È finita, pensai.

In quel momento mi sentii un po’ vecchio, ma in fin dei conti nel giusto, anche perché ai miei tempi, oltre al resto, o sapevi suonare bene oppure ti prendevano a calci nel sedere. E poi, allora, la musica viaggiava in parallelo con la cultura, la cultura vera, quella della vita.

Così nacque in me l’idea di scrivere, anzi di continuare a scrivere, dal momento in cui, per più di 30 anni, avevo scritto parecchi testi dicanzoni.

Devo ammettere, anche, che dal 2015 in poi, per me, i social sono stati fondamentali, soprattutto perché mi hanno aiutato tantissimo ad individuare una serie di contatti di un nuovo mondo, quello dell’editoria e del giornalismo online”.

Carlo Zannetti, conosce così il suo primo editore, che contatta con un semplice messaggio, ottenendo in breve tempo la pubblicazione del primo libro, “Il paradiso di Levon” (2015), che piace, e che vende quasi duemila copie. 

Il libro viene presentato in anteprima a Milano all’interno del prestigioso Mondadori Megastore di via Marghera, sotto le telecamere di Lombardia TV e con un ospite d’onore, l’amico e famoso cantautore Marco Ferradini, il quale ripercorre e commenta insieme al Zannetti alcuni passaggi del libro.

Nascono così la pagina dello scrittore emergente Carlo Zannetti su Facebook (link: www.facebook.com/carlozannettiredattore), il nuovo profilo Twitter (link: www.twitter.com/CarloZannetti), oltre ad un blog personale pubblicato nel sito ufficiale www.carlozannetti.it

Sempre tramite i social Zannetti pubblicizza e documenta tutte le presentazioni ufficiali del libro, a cui seguono, negli anni successivi, altre tre pubblicazioni: il romanzo “La giravolta di Loris” del 2016 e le raccolte di racconti  “Il tormento del talento”, parte prima del 2017, Link: www.carlozannetti.it/libri/il-tormento-del-talento-racconti e parte seconda del 2018, Link: www.carlozannetti.it/libri/il-tormento-del-talento-tribute.

Ancora tramite i social, Carlo Zannetti entra a far parte di alcuni noti gruppi letterari milanesi, firma 4racconti presenti in 4 libri diversi di AA.VV, l’ultimo dei quali pubblicato dalla storica casa editrice Armando Editore di Roma, e comincia pure a collaborare con due giornali online molto interessanti, SMS News Nazionale ed il quotidiano Onda Musicale (link: www.ondamusicale.it). 

Un cambio di carriera a 360 gradi insomma, dovuto al fatto di essersi messo a nudo, e aver condiviso senza filtri i suoi pensieri ed emozioni sui social networks, conquistando la fiducia dei fans.

Una scelta che gli ha fruttato una nuova vita da scrittore, con grandi soddisfazioni e risultati.

La responsabilità editoriale e i contenuti sono a cura di GoBrand in collaborazione con Digital Media

Video ANSA




Modifica consenso Cookie