Sport

All'US Open Sinner e Seppi al secondo turno

Andreas lotta 4 ore per avere la meglio sull'ungherese Fucsovics

Luci ed ombre in casa Italia al termine della seconda giornata degli US Open (57.500.000 di montepremi, nuovo record), quarto e ultimo Slam stagionale in corso sul cemento di Flushing Meadows, a New York. Dei 10 azzurri scesi in campo, hanno superato l'esordio Berrettini, Sinner, Musetti e Seppi: si sono fermati subito invece Fognini, al quale non sono bastati due set di vantaggio con Pospisil, e Sonego, che contro Otte ha davvero sprecato troppo. Eliminati anche Caruso, Travaglia, Mager e Cecchinato. Al secondo turno Sinner troverà dall'altra parte della rete lo statunitense Zachary Svajda, n.716 ATP, in tabellone grazie ad una wild card, mai affrontato in carriera.

Il 18enne californiano di La Jolla ha infatti eliminato per 76(6) 57 64 64, in poco più di tre ore, Marco Cecchinato, n.81 del ranking, alla quinta presenza nel tabellone principale di Flushing Meadows (in altre due occasioni aveva disputato le quali) dove non è ancora riuscito a superare un turno. Sconfitta dolorosa ,invece, per Fabio Fognini, cui era probabilmente toccato il sorteggio peggiore. Il 34enne di Arma di Taggia, n.31 del ranking e 28 del seeding - alla tredicesima partecipazione in questo torneo dove nel 2015 ha raggiunto gli ottavi eliminando Nadal - ha ceduto per 26 36 61 63 76(4), dopo aver lottato per oltre tre ore e un quarto, al canadese Vasek Pospisil, n.58 ATP, alla decima apparizione in questo torneo, dove lo scorso anno si era spinto fino agli ottavi. Esordio amaro pure per Gianluca Mager, alla sua seconda volta nel tabellone principale a New York.

Il 26enne sanremese, n.71 ATP, è stato battuto 46 63 75 26 76(3), dopo tre ore e mezza di gioco, dall'altro australiano Jordan Thompson, n.59 ATP, alla sesta partecipazione agli US Open, dove lo scorso anno è approdato negli ottavi. Il 27enne di Sydney ha ribadito l'esito dell'unico precedente con il ligure, al secondo turno degli ultimi Australian Open.

   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA