Ad Acapulco impresa Musetti, eliminato Schwartzman

Fognini vince il derby tricolore contro Travaglia

Un'impresa quella messa a segno da Lorenzo Musetti nel primo turno dell'"Abierto Mexicano Telcel", ATP 500 dotato di un montepremi di 1.053.560 dollari che si sta disputando sul cemento di Acapulco. Il 19enne di Carrara, n.120 ATP, promosso dalle qualificazioni, ha eliminato per 6-3 2-6 6-4, dopo due ore e 22 minuti di lotta, l'argentino Diego Schwartzman, n.9 Atp e terza testa di serie, recente vincitore del titolo nella sua Buenos Aires. "C'è molto lavoro, molto sacrificio e credo di avere le lacrime agli occhi", ha detto Musetti nell'intervista in campo dopo l'abbraccio a coach Simone Tartarini. "E' stata la miglior partita che abbia mai giocato.
    Sono davvero orgoglioso di me stesso, ma ora lavorerò ancora di più e mi concentrerò sui prossimi match".
    A cominciare dallo statunitense Frances Tiafoe, n.56 del ranking mondiale. Uno pari il bilancio dei precedenti tra Musetti ed il 23enne di Hyattsville. Avanti anche Fabio Fognini, n.17 ATP e sesta testa di serie, al rientro nel circuito dopo gli Australian Open, che si è aggiudicato per 7-5 6-2, in poco meno di un'ora e mezza di gioco, il derby tricolore contro Stefano Travaglia, n.68 ATP. Per il 33enne di Arma di Taggia si è trattato del primo successo sul 29enne di Ascoli Piceno che si era sempre imposto nelle due sfide precedenti, disputate al primo turno degli US Open nel 2017 e negli ottavi ad Umago nel 2019. Prossimo ostacolo per Fognini il britannico Cameron Norrie, n.61 del ranking. Regolarmente agli ottavi il primo favorito del torneo è il greco Stefanos Tsitsipas (n.5 del ranking mondiale), il tedesco Alexander Zverev (n.7 ATP), seconda testa di serie, ed il canadese Milos Raonic (n.15 ATP), quarta testa di serie. Avanti anche l'unico "past champion" in gara, il bulgaro Grigor Dimitrov (n.16 ATP), quinta testa di serie, a segno ad Acapulco nel 2014. 
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie