Us Open: 'pallata' al giudice, Djokovic squalificato poi si scusa FOTO e VIDEO

Nel corso dell'incontro che stava giocando contro lo spagnolo Carreno Busta, valido per gli ottavi di finale

Novak Djokovic è stato squalificato dagli Us Open per aver scagliato una palla verso un giudice di linea donna nel corso dell'incontro che stava giocando contro lo spagnolo Carreno Busta, valido per gli ottavi di finale. Subito dopo, gli arbitri si sono consultati per una decina di minuti per discutere della gravità, e dell'intenzionalità del fatto, poi la decisione di escludere il n.1 del mondo dal torneo. La donna è stata colpita dalla pallina alla gola, ha tossito più volte e poi si è ripresa e ha abbandonato il campo di gioco dell'Artur Ashe.   

Novak Djokovic si è scusato ieri sera in un messaggio postato sui social media dopo la sua squalifica agli ottavi di finale degli US Open per un gesto di stizza in cui ha colpito una guardalinee. "Chiedo scusa agli US Open e a tutti coloro che sono stati colpiti dal mio comportamento: sono desolato", ha scritto il numero 1 al mondo del tennis e grande favorito del torneo che aveva lasciato lo stadio senza presentarsi in conferenza stampa. "Mi sento davvero triste e vuoto dopo quanto accaduto. Ho chiesto notizie sulla guardalinee e il torneo mi ha detto che grazie a Dio si sente bene. Sono estremamente dispiaciuto di averle causato così tanto stress. E' stato del tutto involontario", continua il serbo. "Per quanto riguarda la mia squalifica, devo fare un'introspezione e lavorare sulla mia delusione per trarne una lezione per andare avanti e progredire come tennista e come essere umano", conclude Djokovic.

GUARDA IL VIDEO

 LE SCUSE

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie