Sci: Marta Bassino lacrime e gioia, vince coppa di gigante

L'azzurra 4/a a Jasna si prende il trofeo: 'Stagione super'

Dopo una marcia trionfale con quattro vittorie, un terzo ed un quarto posto, Marta Bassino ha vinto con una gara di anticipo la coppa del mondo di slalom gigante. Marta - 25 anni di Borgo San Dalmazzo, in quel di Cuneo - è la quarta italiana a riuscirci dopo Deborah Compagnoni, Denise Karbon e, lo scorso anno, Federica Brignone. E' la conferma di una grande scuola italiana nella disciplina base dello sci alpino. Sempre sorridente, un fisico minuto ma una gran tecnica unita ad un carattere molto forte, a Marta è bastato il quarto posto nel gigante di Jasna dato che si è lasciata alle spalle le rivali più temute, la francese Tessa Worley (10/a) e la svizzera Michelle Gisin (8/a).

La classifica di disciplina parla così chiarissimo: Bassino 510 punti, Worley 362 e Gisin 344, con l'azzurra ormai irraggiungibile anche se manca una gara alla fine dell'annata. Il tutto è successo a Jasna, località montana dei Bassi Tatra, che ha per l'azzurra un significato del tutto speciale: nel 2014 vi vinse infatti il titolo mondiale juniores e sempre in gigante. "E' un giorno bellissimo. Cercavo di non guardare i punteggi per fare solo la mia gara. Stare concentrata e farmi così si scivolare tutto addosso. Poi, quando ho capito che avevo matematicamente vinto la coppa, sono esplosa", ha detto l'azzurra, emozionatissima e commossa sino alle lacrime. Marta in questa sua magica annata ha portato all'Italia anche l'unico oro ai Mondiali di Cortina, prima in parallelo. "Questo è un risultato che racchiude tutta una stagione, una stagione super. Mi sono accorta di essere cresciuta tanto perché dietro questa coppa c'é tutto un percorso che è stato fatto, imparando anche dai giorni più difficili", ha raccontato ancora la piemontese.

"Il primo pensiero dopo questo successo - ha aggiunto - è per la consapevolezza che dietro questa coppa c'è un grandissimo lavoro di squadra. E dunque dedico al team al mia coppa ed anche alla mia famiglia, al fan club, alll'Esercito e a tutti quelli che mi sono stati vicini". Ha vinto la gara la slovacca Petra Vhlova che ha ora 1.220 punti in classifica generale e ne ha dunque recuperati parecchi sulla svizzera Lara Gut- Behrami (1.226). Seconda la neozelandese Alice Robinson e terza Mikaela Shiffrin che pure era al comando dopo la prima manche. Per l'Italia in classifica poi ci sono Federica Brignone 6/a, Elena Curtoni 24/a e Laura Pirovano 26/a. La coppa del mondo donne passa ora in Svezia, ad Aare: venerdì e sabato prossimi ci saranno due slalom speciali con la Vhlova che avrà la possibilità di tornare in piena corsa per la coppa del mondo rispetto alla svizzera Lara Gut.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie