Sci: Brignone secondo per un soffio, ma sempre più leader

Un centesimo tra Ortlieb e valdostana che però allunga in coppa

Ha avuto un comprensibile gesto di rabbia l'azzurra Federica Brignone quando per un solo centesimo di secondo, pari a 27 cm, si è ritrovata seconda in 1.11.73 nel superG di La Thuile sulla ripidissima e difficile pista Franco Berthod. Ma va ben così visto che Federica è comunque ormai sempre più' sola in testa alla classifica generale. Il superG - su una pista che sino a ieri aveva un fondo ghiacciatissimo che tanto piace a Federica ed alle italiane ma che nelle ultime ore e' stato ammorbidito da nevicata - e' stato vinto in 1.11.72 dall'austriaca Nina Ortlieb, 23 anni e primo successo in carriera, figlia dell'ex campione olimpico di discesa Patrick. Terza la svizzera Corinne Suter in 1.11.79. Brignone con questo undicesimo podio stagionale ha comunque consolidato il suo primato in classifica generale portandolo a quota 1.378 rispetto ai 1.225 della ancora assente americana Mikaela Shiffrin ed ai 1.189 della slovacca Petra Vlhova, oggi 4/a e comprensibilmente delusa per la cancellazione a Ofterschwang, per mancanza di neve, delle due gare di gigante e speciale che lei preferisce.

Con questo nuovo podio Brignone si è poi anche avvicinata a Suter nella classifica di superG salendo a 341 punti contro i 360 dell'elvetica quando manca una gara a fine stagione. E' dunque in piena corsa non solo per la conquista della coppa generale ma anche di quelle di superG oltre che di combinata e di gigante. ''Alla partenza ero tesissima perche' l'appuntamento era molto importante e questa è' una pista che conosco benissimo, vicino a casa mia. In piu' c'erano tutti i miei tifosi. Quando sono arrivata in fondo - ha raccontato Federica - e' stata una liberazione. Ho sbagliato io in una curva piu' pianeggiante''. Per l'Italia nella classifica di questo superG ci sono poi la sempre piu' brava e polivalente piemontese Marta Bassino 5/a in 1.12.23 ed Elena Curtoni 7/a in 1.12.59. Piu' indietro Francesca Marsaglia 15/a in 1.13.27 e Laura Pirovano 17/a in 1.13.48. Domani a La Thuile terza ed ultima combinata stagionale con Brignone che ha vinto le prime due e punta dunque a pieno titolo anche a questa coppa di disciplina.

Resta su questa fase finale della stagione incognita Mikaeala Shiffrin, assente da quando il 2 febbraio, è morto suo padre Jeff. Da lei nessuna nessuna notizia, salvo che si allena regolarmente sulla piste di Vail. E resta anche l'incognita sulle Finali di Cortina dal 18 al 22 marzo. Si deve capire se il divieto di competizioni sportive in Veneto verra' esteso e se, in questo caso, comprendera' anche la manifestazione di Cortina. A La Thuile, senza particolari problemi organizzativi, in questo superG sono state comunque per la prima volta applicate regole di cautela anti coronavirus: pubblico in numero limitato, cerimoniali ridotti al minimo e contatti con le atlete ad una distanza minima di un paio di metri. Ad Hinterstoder, invece, nel superG uomini ha vinto il superG l'austriaco Vincent Kriechmayr in 1.33.08. Dietro di lui lo svizzero Mauro Caviezel in 1.33.13 e l'altro austriaco Matthias Mayer in 1.33.16. Migliore azzurro è' stato Mattia Casse 8/o in 1.34.73 seguito da Emanuele Buzzi 9/o in 1.34.75. Domani a Hinterstoder tocca all'ultima combinata stagionale . Il francese Alexis Pinturault - oggi 4/o - e' il favorito per questa coppa. La classifica generale è invece affollatissima al vertice con battaglia sempre più' aperta. Al comando, ma fuori nel superG , c'è il norvegese Aleksander Kilde con 1.022 punti. Alle sue spalle il suo connazionale Henrik Kristoffersen con 957 e il francese Alexis Pinturault con 948

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie