Sport
  1. ANSA.it
  2. Sport
  3. Pallavolo
  4. Mondiali pallavolo, il momento dell'Italia femminile  

Mondiali pallavolo, il momento dell'Italia femminile  

Ct Mazzanti guida le azzurre al debutto col Camerun 24 settembre

Il trionfo mondiale a Katowice dell'Italvolley maschile guidata da Fefè De Giorgi è l'immagine che le colleghe nella Nazionale femminile terranno a mente nei prossimi giorni: adesso tocca a loro, alle azzurre, pronte a debuttare ai Mondiali in Olanda e Polonia contro il Camerun. Il torneo inizia venerdì 23 settembre, mentre l'Italia debutterà il giorno dopo (ore 15.00) ad Arnhem, dove giocherà tutte le gare della prima fase: nel girone di Paola Egonu e compagne ci saranno anche Porto Rico, Belgio, Kenya e Olanda. Le selezioni partecipanti sono ventiquattro, divise in quattro raggruppamenti da sei: le prime quattro di ogni girone accedono alla seconda fase, suddivisa in due gironi. Qui ogni squadra affronterà soltanto le formazioni non sfidate nella prima fase: poi le prime quattro di entrambe le pool accederanno ai quarti di finale, dove inizierà la fase a eliminazione diretta. La formazione del ct Davide Mazzanti - reduce dall'argento iridato di quattro anni fa contro la Serbia - si presenta ai nastri di partenza con grandi aspettative, essendo campione d'Europa in carica nonché vincitrice dell'ultima Nations League. Il girone A è alla nostra portata (occhio però a Olanda e Belgio): gli avversari tosti (come il Brasile argento olimpico o il Giappone) arriverebbero dopo la prima fase. Dall'altra parte del tabellone, nella pool C, Serbia e Stati Uniti sono due formazioni tanto forti quanto stimolanti da affrontare.    

La stella dell'Italia sarà ancora lei, Paola Egonu da Cittadella: la classe 1998, in forza ai turchi del VakifBank, è una delle poche giocatrici al mondo di vincere una partita (quasi) da sola. Gli appassionati di pallavolo non possono che sperare di rivederla affrontare, in un'ipotetica Italia-Serbia, la sua 'adorata rivale' Tijana Boskovic (anche lei gioca in Turchia, nell'EczacÕbaşÕ). Delle 14 convocate da Mazzanti, la più giovane è Marina Lubian (22 anni lo scorso aprile), che è comunque al suo secondo Mondiale (come, tra le altre, Egonu e Miriam Sylla). La veterana del gruppo è il 35enne libero Monica 'Moki' De Gennaro, alla terza esperienza iridata e punto fermo in difesa. Quattro le debuttanti assolute in un Mondiale: Alessia Gennari, Alessia Orro, Sara Bonifacio ed Eleonora Fersino.    

Proprio Orro, palleggiatrice del Monza, non nasconde l'emozione per l'imminente esordio: Sono davvero felice di essere qui.    

Quest'estate abbiamo lavorato molto duramente, non vediamo l'ora che inizi il torneo". Sarà fondamentale non prendere sotto gamba il girone iniziale, ammonisce la 24enne: "Non dobbiamo sottovalutare le avversarie della prima fase, ma partire subito concentrate". La ragazza negli ultimi anni è maturata tanto, dopo una fase di carriera in cui aveva bruciato le tappe: "Ora mi sento più matura e capace, voglio aiutare la nostra squadra a dare il massimo. Il nostro è un gruppo forte, ma al tempo stesso nessuno ci regalerà niente, dovremo dimostrare il nostro valore gara dopo gara". Tutti i match delle azzurre della prima fase saranno trasmessi in diretta su Rai 2 e Sky.

 

 

 

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Podcast

      A cura di Intesa Sanpaolo