Sport

Europei Pallavolo, Anzani: Germania forte ma Italia cresce

Centrale azzurri, grande fascino in sfida De Giorgi-Giani

Italia-Germania è sempre una sfida ad alto livello, e molto sentita, anche se si parla di pallavolo ma quando c'è in palio una semifinale di Europeo, come accadrà dopodomani a Ostrava, la posta è più alta del solito. Reduci dal netto successo sulla Lettonia negli ottavi di finale, i ragazzi di Ferdinando De Giorgi si stanno quindi concentrando sulla rivale, allenata da un altro grande ex azzurro, Andrea Giani, una squadra che nel 2017 conquistò la medaglia d'argento.
    A dare voce al clan azzurro è uno dei veterani, Simone Anzani, non sorpreso dal percorso netto: "Io me lo aspettavo, la nostra è una squadra giovane ma con tanti talenti che hanno voglia di fare e di lavorare e credo che proprio questo sia un aspetto fondamentale - ha spiegato il centrale -. Ogni partita è stata anche una forma di allenamento che abbiamo utilizzato per crescere. L'atteggiamento avuto in campo ci ha permesso di vincere queste prime sei partite; per questo sono fiducioso".
    "Certo poi si può anche perdere, ma lo si deve fare combattendo e non lasciando nulla di intentato - ha proseguito l'azzurro -. Detto questo il nostro obiettivo è quello di portare a casa una vittoria. La Germania è una squadra tosta, fisicamente preparata che ha in Grozer il punto di forza; siamo consapevoli delle difficoltà, ma ce la giocheremo a viso aperto con la voglia di fare nostra la gara". Ulteriore elemento di fascino, e di difficoltà, è la sfida nella sfida tra De Giorgi e Giani: "Li conosco bene ed è indubbio che un match come questo, tra loro due, sia molto affascinante; ognuno conosce le caratteristiche dell'altro quindi ogni minimo dettaglio potrà fare la differenza".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie