Motogp: Marquez non c'è, a Jerez parte sfida Mondiale

Rivali spagnolo possono approfittarne. Rossi 'vogliamo tornare'

Fabio Quartararo, Maverick Vinales, Andrea Dovizioso e, perchè no, Valentino Rossi. Eccolo qui il poker d'assi della MotoGp pronto a sfruttare il forfait di Marc Marquez, almeno per il prossimo Gran Premio di Jerez domenica con il suo secondo atto. Un'assenza, quella del campione del mondo spagnolo che, come sperano alla Honda, potrebbe terminare già a Brno il 9 agosto dove di certo non si rivedrà un Marquez al meglio della condizione. Motivo per cui i suoi rivali potrebbero approfittarne per dare un indirizzo diverso dal solito al Mondiale che nelle ultime edizione non ha avuto storia. Col campione del mondo in carica obbligato ad una pausa, visto che è stato operato al braccio martedì scorso due giorni dopo la terribile caduta, la massima categoria cerca un pilota di riferimento a partire dall'astro nascente francese Quartararo, vincitore a Jerez e erede di Rossi alla Yamaha ufficiale dal prossimo anno.

C'è poi il n.1 Ducati Dovizioso che domenica scorsa ha confermato ancora una volta di essere un signor pilota e Maverick Vinales, classificatosi al secondo posto a Jerez. Da non dimenticare l'eterno Dottor Rossi che non è partito bene ma ha tutta l'intenzione di rifarsi già da domenica prossima: "Lavoreremo sodo perché vogliamo tornare forti questo fine settimana. Mi sento bene e sono pronto a lottare di nuovo - il messaggio lanciato dal pilota pesarese alla vigilia del week end di gara spagnolo - Il Gp di Spagna è stato difficile per me. Ho lottato molto per il caldo a causa del degrado delle gomme e in seguito ho dovuto ritirarmi dalla gara, che è stata sfortunata. In un certo senso è positivo che possiamo correre di nuovo a Jerez questa settimana, perché possiamo prendere i dati da domenica e usarli a nostro vantaggio". Carico anche Dovizioso che operato meno di tre settimane prima del Gran Premio Red Bull de España, ha affrontato sessioni di libere e di qualifiche complesse lottando con una spalla ancora dolorante, un caldo fuori dal comune e con una gomma nuova da scoprire. "Dopo un fine settimana di gara così intenso - afferma il pilota di Forlì - ho approfittato di questi giorni per proseguire la mia riabilitazione post-intervento alla clavicola. Il risultato di domenica scorsa è stato decisamente buono, e siamo riusciti ad avere riscontri positivi dal primo Gran Premio dell'anno. Arriviamo alla seconda gara pronti e, soprattutto, conoscendo meglio gli aspetti che dovremo migliorare per ottenere maggiore velocità. Sarà importante proseguire il lavoro in questo modo, continuando ad accumulare il massimo dei punti senza commettere errori. Le temperature - conclude Dovizioso - saranno ancora una volta molto elevate e la gara sarà dura fisicamente. Ne approfitto per augurare a Marc, Alex e Cal una pronta guarigione. Spero di rivederli presto in pista".

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie