F1: Portogallo, Hamilton supera Schumi. Ferrari cresce

Pubblico Portimao emoziona. Sul podio anche Bottas e Verstappen

Il solito Lewis Hamilton, l'insolita Ferrari e l'emozionante applauso del grande pubblico di Portimao nonostante l'era Covid. Sono le facce dello stesso Gran Premio che vanno via dal Gp del Portogallo con il sorriso: il pilota inglese della Mercedes per l'ennesimo trionfo che lo porta a quota 92 vittorie, una in più di Michael Schumacher, e più vicino al settimo titolo, proprio come Kaiser Schumi. Può ricominciare a vedere il bicchiere mezzo pieno la Rossa che con Charles Leclerc si piazza ai piedi del podio dopo una gara passa a lungo in zona podio grazie ad una prestazione ritrovata. A punti, in decima posizione, Sebastian Vettel anche in miglioramento rispetto agli ultimi Gp. Ci prova ma non ci riesce Valtteri Bottas che deve inchinarsi alla classe del suo compagno di squadra e accontentarsi di una seconda posizione buona per la solita doppietta della scuderia della Stella d'Argento. Sul podio anche la Red Bull di Max Verstappen sempre pronto a sfruttare il massimo dalla sua vettura. Con la doppietta di Portimao la Mercedes si avvicina alla conquista del titolo costruttori: il terzo posto di Verstappen rimanda la festa della scuderia a Imola dove domenica prossima ritorna la Formula 1. Continuano ad essere vicinissime Racing Point, McLaren e Renault nella lotta per il terzo posto. La Ferrari risponde con due vetture a punti al quinto posto di Pierre Gasly. Per il titolo piloti c'e' ancora tempo per sperare per Bottas ora a -76 punti da Hamilton a cinque gare dal termine del Campionato: "Oggi è stata gara difficile per via delle temperature - assicura Hamilton - Avevano detto che avrebbe piovuto poco dopo il via. Io ero partito bene ma in Curva 7 ho avuto sovrasterzo. Ho alzato il piede, ho preferito non difendermi, lasciar passare Valtteri e cercare poi di reagire dopo. Potevo solo sognare questo traguardo. Quando ho scelto di aiutare questo team non potevo immaginare quello che sarebbe successo. Ogni giorno lavoriamo insieme spingendo tutti nella stessa direzione. C'è mio padre, la mia madre adottiva, Roscoe, è speciale per me. 92 vittorie? Ci vorrà tempo - conclude il campione del mondo - per assorbire quello che sono riuscito a fare. Continuerò a spingere. Questo è qualcosa per cui fatico a trovare le parole". Una corsa che fa sperare i tifosi della Ferrari e lo stesso Leclerc che ha confermato in gara la quarta posizione conquistata con le qualifiche: ""È stata sicuramente la miglior Ferrari della stagione - ha detto il pilota monegasco della Rossa - all'inizio a causa della pioggia ho fatto tantissima fatica, ma siamo rimasti pazienti e la calma ha pagato. Quando la gomma è entrata in temperatura ho potuto spingere e recuperare tutte le posizioni perse. Ad un certo punto ho anche sperato di poter puntare al podio, ma il terreno perso a inizio gara si è rivelato decisivo, anche perché nel finale di gara Max Verstappen si è rivelato molto veloce".

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie