Vuelta, annullate le due tappe in Portogallo

La gara si dovrebbe correre per intero in territorio spagnolo

A causa dell'eccezionale situazione legata alla crisi legata del Covid-19, e per via dell'impossibilità di garantire le condizioni ottimali necessarie a far disputare la gara sul territorio, le amministrazioni comunali di Oporto, Matosinhos e Viseu (Portogallo), d'accordo con la società organizzatrice, hanno deciso che il percorso della Vuelta di Spagna non interesserà il Portogallo.
    Pertanto, si legge in un comunicato, "i percorsi della 15/a tappa, che avrebbe coinvolto il territorio di Porto e Matosinhos, e della 16/a frazione, che sarebbe dovuta partire da Viseu, verranno modificati. Le città ospitanti alternative che sostituiranno Porto, Matosinhos e Viseu, sono già state scelte, ma verranno ufficializzate dopo il completamento dei percorsi".
    "In una situazione eccezionale, come quella che stiamo vivendo, dobbiamo essere flessibili e comprendere questo tipo di decisioni e cambiamenti", ha detto Javier Guillén, direttore della Vuelta. "È un peccato non poter visitare il Portogallo, ma non vogliamo che questa possibilità naufraghi: manterremo le relazioni e svilupperemo i contatti, in modo da poter tornare nel Paese lusitano", ha aggiunto. 

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie