Calcio

Ronaldo zittisce tutti: 'Non si scherza col mio nome'

Dopo la ridda di voci sul suo futuro, CR7 rompe il silenzio con un post su Instagram

 L'affare più importante pe la Juventus è andato in porto: arriva Manuel Locatelli. Resta più che mai il tormentone Cristiano Ronaldo: rimane o va, con fuochi d'artificio negli ultimi giorni di mercato? Il dilemma rimane con tutti i contorni che si convengono quando in ballo c'è una star internazionale. Una ridda di voci, soprattutto dalla Spagna , che questa volta hanno fatto perdere la pazienza a CR7, che in serata è intervenuto in tackle con un lungo post sui suoi profili social. "Non posso permettere alle persone - ha scritto il fuoriclasse portoghese, raccogliendo quasi 3 milioni di 'like' in mezz'ora - di continuare a scherzare con il mio nome. Rimango concentrato sulla mia carriera e sul mio lavoro, impegnato e preparato a tutte e sfide che devo affrontare. Tutto il resto? Tutto il resto sono solo chiacchiere", A Torino l'addio di CR7 non sarebbe comunque vissuto come un dramma: ad esempio, un sondaggio condotto da una testata web dedicata al mondo bianconero rivela che due tifosi su tre sarebbero favorevoli alla partenza del fuoriclasse portoghese. E comunque Allegri ha sempre progettato anche una squadra senza di lui. Il tecnico vuole fare brillare soprattutto il talento di Dybala e Chiesa e la coesistenza con il sempre ambiziosissimo Ronaldo potrebbe rivelarsi un problema. Tutte le attenzioni si concentrano ora su CR7. Un giallo appassionante, nell'estate già ricca di colpi di scena, Messi e Lukaku su tutti. Un tweet di Carlo Ancelotti, allenatore del Real Madrid, forse zittisce definitivamente le voci di un ritorno del 5 volte Pallone d'oro tra le merengues, tre anni dopo il passo d'addio. "Cristiano - scrive l'allenatore italiano - è una leggenda del Real Madrid e ha tutto il mio affetto e il mio rispetto. Ma non ho mai pensato di farlo ingaggiare. Guardiamo avanti. # HalaMadrid". Poi è intervenuto lo stesso portoghese: "Più che la mancanza di rispetto per me come uomo e come giocatore, il modo frivolo in cui il mio futuro è coperto dai media è irrispettoso nei confronti di tutti i club coinvolti in queste voci, nonché nei confronti dei loro giocatori e staff" Oltre al possibile ritorno a Madrid, "ci sono state frequenti notizie e storie - prosegue Ronaldo - che mi associano a un certo numero di club di molte diverse leghe, senza che nessuno si sia mai preoccupato di cercare l'effettiva verità" Tra le voci sempre ricorrenti, una porta a Parigi, a quel Psg che potrebbe realizzare un'impresa leggendaria, far giocare insieme le due superstar, sul finire della loro fantastica carriera, ma ancora in grado di dispensare calcio di altissimo livello. Forse più che altro una suggestione. Per la destinazione francese la sorte di Cristiano Ronaldo è legata a doppio filo a quello di Mpabbè. L'attaccante francese, con contratto in scadenza nel 2022, vorrebbe vestire la maglia del Real e c'è da ritenere che Ancelotti l'accoglierebbe a braccia aperte. Infine, potrebbe esserci la possibilità Manchester City. Giorni di attesa, dunque, per Ronaldo, e di trattative per il suo procuratore Jorge Mendes.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie