Calcio

Petkovic lascia la Svizzera, allenerà il Bordeaux

Nuova sfida in Ligue1 dopo aver eliminato la Francia a Euro 2020

 Dopo sette anni Vladimir Petkovic lascia la panchina della nazionale svizzera per diventare l'allenatore del Bordeaux, con cui ha firmato un contratto di tre anni. La federcalcio elvetica annuncia di aver "esaudito il desiderio" del bosniaco che nei giorni scorsi aveva chiesto la rescissione del contratto per intraprendere una nuova sfida con con il club francese, trovando un accordo sia con Petkovic sia con il Bordeaux.
    "Siamo tristi che Vladimir Petkovic ci lasci - dichiara il presidente dell'Asf Dominique Blanc - siamo comunque molto grati per i sette anni molto buoni e di successo che Vlado ci ha regalato come allenatore della Nazionale. Oltre ai molti bei momenti durante la nostra collaborazione, rimarranno sempre impressi i risultati e le emozioni vissute durante lo scorso Europeo", chiuso ai quarti, dopo aver eliminato la Francia ai rigori.
    Non a caso, il Bordeaux ha ufficializzato l'ingaggio ammettendo che l'annuncio "non renderà necessariamente felici alcuni tifosi francesi, ma almeno farà piacere ai nostri sostenitori". L'ex allenatore della Lazio, che con la Svizzera ha raggiunto la qualificazione per tre fasi finali di grandi tornei e per le Final Four della Nations League 2018/19, ha ringraziato la Asf, augurando alla nazionale di centrare la qualificazione ai Mondiali, un percorso avviato con due vittorie.
    Sotto la guida del direttore della nazionale, Pierluigi Tami, spiega ancora la nota, l'Asf sta già lavorando intensamente per trovare un nuovo ct, che "presenterà a tempo debito".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie