Europei: da Lukaku a Cr7, Mourinho crede nelle 'sue' stelle

Sul Times elogi per Benzema e Kane: "Lotteranno come mai prima"

(ANSA) - ROMA, 11 GIU - La crescita di Romelu Lukaku all'Inter, la resilienza all'età di Cristiano Ronaldo, la generosità di Karim Benzema e l'intelligenza di Harry Kane: José Mourinho ha allenato tutte queste quattro stelle del calcio, candidate alla Scarpa d'oro, e ne ha analizzato le prospettive in vista dell'Europeo, nella sua rubrica sul Times.
    Al belga Lukaku, scrive il nuovo allenatore della Roma, "i due anni all'Inter hanno dato la levatura e l'autostima che non aveva. È un ragazzone, fisicamente molto forte, ma dentro c'è anche un ragazzino che ha bisogno di amore, ha bisogno di supporto, di sentirsi importante. Quanto a Cristiano Ronaldo, secondo il suo connazionale Mourinho, nel Portogallo "tutti si sentono protetti dalla sua aura ed è molto positivo per la squadra. Quando lascerà - osserva l'allenatore - ci sarà un periodo di lotte fra ego, chi sarà il prossimo capitano e protagonista? Il problema non è quando Cristian c'è, ma quando va via".
    "Il miglior complimento che si può fare" invece a Karim Benzema, "è che Cristiano lo adorava al Real Madrid - rivela Mourinho -. È probabilmente l'unico numero 9 che conosco a non essere egoista nel suo modo di giocare". Infine l'inglese Harry Kane, uno di quei calciatori "che sono anche molto intelligenti, capiscono il calcio molto bene e capiscono dove possono incidere di più", spiega Mourinho, secondo cui queste stelle all'Europeo brilleranno: "E non sarei sorpreso di vedere questi top player lottare come mai prima d'ora per pressare, difendere". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie