Champions: stampa inglese, finale in Portogallo

Daily Mail, a Porto sfida City-Chelsea invece che a Istanbul

(ANSA) - LONDRA, 12 MAG - Niente Wembley, la finale di Champions League pare destinata a giocarsi nuovamente in Portogallo: dopo Lisbona, quest'anno toccherà a Porto ospitare la sfida tutta inglese tra Manchester City e Chelsea. Manca ancora l'ufficialità da parte della Uefa, ma secondo le anticipazioni del Daily Mail sembra ormai sicuro che l'epilogo della Champions, in programma il 29 maggio, non si giocherà ad Istanbul a causa dell'alto livello di contagi e morti attualmente in Turchia. Le autorità britanniche avevano proposto Wembley come sede alternativa, dal momento che sarà una finale tra due club inglesi, e che attualmente in Inghilterra, grazie all'efficacia del piano vaccinale, la minaccia pandemica appare sotto controllo. Ma di fronte all'impossibilità di esentare i circa 2.000 ospiti Uefa che assisteranno alla finale (tra dirigenti e sponsor) dall'obbligo di quarantena, una volta arrivati sull'isola, il governo del calcio europeo ha virato sul Portogallo. Che peraltro è inserito dal governo britannico nella lista dei paesi cosiddetti "gialli", e dunque non richiederà ai tifosi inglesi al seguito delle proprie squadre la quarantena al rientro. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie