Fonseca: 'Conta la Roma, non il mio futuro'

Il tecnico giallorosso: "Mkhitaryan sarà convocato, Smalling e Spinazzola no"

 "Il mio futuro non è importante. Io sono solo focalizzato sul presente. E' più importante la Roma". Risponde così Paulo Fonseca alla viglia della sfida con il Bologna a chi chiedeva in conferenza stampa se il suo futuro fosse già scritto a prescindere dall'esito della stagione. Poi torna a parlare del diverso rendimento della squadra tra campionato ed Europa League. "E' più facile sbagliare in una competizione lunga come la Serie A se hai giocatori importanti fuori" spiega il tecnico giallorosso che poi continua: "Non ho mai pensato ad aggiungere al mio staff un grande conoscitore del calcio italiano". Dall'infermeria, invece, arriva una buona notizia. "Mkhitaryan oggi si è allenato con noi, non potrà giocare dall'inizio ma sarà convocato, così come Reynolds e Santon. Non ce la fanno Spinazzola e Smalling". Tanti infortuni che, secondo Fonseca, arrivano dal calendario congestionato: "E' un problema che dobbiamo affrontare. Guardiola ne parla sempre, i giocatori non sono macchine". 

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie