Zidane, troppe partite, temo per salute giocatori

'Calendari troppo densi, cambiano qualcosa. Ramos? Spero resti'

"Non entrerò nel dibattito sulle nazionali. Posso solo dire, pensando alla salute dei giocatori, che il calendario è troppo denso di impegni. Non si fermano mai, e non parlo solo della mia squadra. Sono preoccupato per tutte queste partite. Ne ho parlato con alcuni colleghi, per provare a cambiare qualcosa".

Questo allarme sulle troppe partite lo lancia Zinedine Zidane alla vigilia della partita che il Real Madrid giocherà contro il Villarreal. "La cosa peggiore per un allenatore è avere tanti infortunati, ma la buona notizia è che finalmente lavoriamo al completo - dice ancora il tecnico delle 'merengues' -, la cattiva è che ci sono diversi infortunati. Pensiamo alla sfida di domani, interessa solo questo. Varane non si è allenato ieri. Vedremo, ha subito un colpo e dobbiamo valutare. Sergio Ramos? È il nostro leader, la nazionale non ha colpe per l'infortunio, ma finché vorrà, deve andarci. Vogliamo che si riprenda e che torni presto. Conosciamo tutti la sua importanza, e spero che la situazione si risolva al più presto, per il bene di tutti, compreso il mio".

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie