Coronavirus, 'sugli stipendi la Juve poteva concordare con gli altri club'

Il portavoce della Lazio dopo l'accordo tra i bianconeri sul taglio

"La Lazio prenderà una decisione insieme a tutte le altre società: sicuramente, il taglio degli stipendi dei giocatori è una misura che può aiutare le casse delle squadre, ma va trattata". Lo ha detto Arturo Diaconale, portavoce della Lazio, intervenendo a Radio Punto Nuovo.

"La Juventus - ha aggiunto - ha già un accordo con i propri calciatori per un taglio consistente che la mette a riparo su vari fronti: ha curato i propri interessi, un taglio di quella cifra riesce a riequilibrare o dare solidità al proprio bilancio. Magari, se l'avesse concordato con le altre società e con i calciatori, sarebbe diventata una misura erga omnes; così, invece, riguarda soltanto loro".

Diaconale ha poi parlato anche del tema della ripresa del campionato: "Ci sono dati oggettivi che portano Lazio e Napoli ad avere interesse nel portare a termine il campionato. In questo caso, la comunanza degli interessi porta automaticamente ad avere delle sintonie. Cairo (il presidente del Torino, che ha parlato di campionato ormai finito, ndr) in questo momento sta forzando molto la mano" perché "il suo unico interesse è quello di uscire al più presto da una stagione che ha avuto un esito non esaltante per la sua squadra".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie