Via Mihajlovic, 7/a panchina saltata in A

Con Montella, Bucchi, Rastelli, Baroni, Juric e Delneri

Con l'esonero di Sinisa Mihajlovic dalla guida del Torino salgono a sette le panchine saltate in Serie A in questa stagione. Gli ultimi due esoneri sono stati quelli di Vincenzo Montella e Cristian Bucchi che, nello stesso giorno, il 27 novembre, sono stati rispettivamente congedati dal Milan e dal Sassuolo. Al loro posto, Rino Gattuso per i rossoneri e Beppe Iachini per gli emiliani.
    Mihajlovic, al quarto esonero in carriera, più che la sconfitta di ieri sera dei granata contro la Juventus, nella partita dei quarti di Coppa Italia, ha pagato probabilmente un campionato piuttosto deludente, con troppi pareggi e un gioco altalenante. Nel massimo campionato, il primo tecnico a perdere il posto in questa stagione è stato Massimo Rastelli, tecnico del Cagliari, che all'8/a giornata il club sardo decise di sostituire con l'uruguaiano Diego Lopez. Poi, alla 9/a giornata, è stata la volta del Benevento, cenerentola della classifica, che ha avvicendato Marco Baroni, artefice della storica promozione in Serie A del club campano, con Roberto De Zerbi. Alla 12/a giornata è toccato al Genoa cambiare allenatore con Ivan Juric che ha lasciato il posto a Davide Ballardini. Juric già l'anno scorso era stato sostituito in corsa e poi richiamato alla guida della formazione genoana. Altra panchina rinnovata quella dell'Udinese: dopo la 13/a giornata, il club ha sancito il divorzio da Gigi Delneri, chiamando alla guida dei bianconeri Massimo Oddo. Oggi infine l'addio di Mihajlovic al Torino.  
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie