Calcio

Spalletti verso l'Inter, concorrenza sbaragliata

Moratti, e' profilo ideale con lui possiamo tornare a sperare

Luciano Spalletti sarà probabilmente il prossimo allenatore dell'Inter. E' riuscito a sbaragliare la concorrenza ed è stato unanimemente considerato l'uomo giusto al posto giusto. Un allenatore carismatico, autorevole e di polso, in grado di gestire uno spogliatoio difficile e le pressioni di una piazza come quella nerazzurra. Bisognerà attendere solo qualche giorno, per la conclusione del campionato e per definire gli ultimi dettagli, poi, lunedì, a meno di clamorosi colpi di scena, l'annuncio. Walter Sabatini lo ha indicato alla società e ha convinto tutti tanto che il tecnico toscano è diventato la prima scelta. Anche l'ex presidente Massimo Moratti oggi lo incorona: "Spalletti è un uomo intelligente, il profilo ideale. Ha avuto esperienza all'estero e ha fatto bene alla Roma. Secondo me starebbe bene all'Inter. Con le sue qualità possiamo sperare per il prossimo anno e contrastare la Juventus". Si andrà così a ricomporre il tandem Spalletti-Sabatini, questa volta però in nerazzurro. Una collaborazione che ha rilanciato le ambizioni della Roma. Anche l'allenatore toscano, solo dieci giorni fa, non aveva nascosto il suo desiderio di tornare a lavorare con Sabatini. L'arrivo di Spalletti all'Inter potrebbe facilitare anche l'acquisto di rinforzi finiti da tempo sul taccuino del club nerazzurro. Manolas e Rudiger sono i due giocatori individuati per rinforzare la difesa, Nainggolan il sogno per il centrocampo. Sotto la guida di Spalletti, il belga è diventato il perno del gioco della Roma e sarebbe il giocatore ideale per velocizzare e verticalizzare la manovra dell'Inter.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie