Sport

Laudato Sì e Agenda 2030, al via tour lancio piattaforma Papa

Abodi (Credito sportivo),'sfida costruire mondo più sostenibile'

(ANSA) - ROMA, 15 SET - In occasione del Training Camp 2021 dell'Anci che vuole sostenere la crescita culturale e professionale degli amministratori locali, Earth Day Italia ha organizzato l'evento di lancio del progetto 'Obiettivo2030 Laudato sì'. Si tratta di un tour attraverso le diocesi italiane per promuovere la piattaforma Laudato sì lanciata da Papa Francesco lo scorso maggio. Partendo da quelle più sensibili, l'obiettivo è di mobilitare ogni persona responsabile all'applicazione pratica dei principi di sostenibilità espressi nella storica enciclica, coinvolgendo progressivamente tutti i membri delle comunità locali.
    "Con questo tour nelle diocesi italiane Earth Day Italia ed Asvis offriranno a tutti la possibilità di conoscere gli strumenti pratici per diventare sostenibili", ha spiegato Pierluigi Sassi, presidente Earth Day Italia.
    L'evento di lancio è stato coordinato dal presidente dell'Istituto per il Credito sportivo, Andrea Abodi, impegnato nella transizione ecologica, con l'efficientamento energetico di luoghi di sport e di cultura del Paese, che ha sottolineato come "l'interrogativo posto da Papa Francesco in occasione del lancio della Piattaforma - 'quale mondo vogliamo lasciare alle nuove generazioni?'- rappresenta senza dubbio uno dei capisaldi della nostra attività quotidiana, con l'obiettivo di costruire un mondo più sostenibile attraverso l'integrazione di fattori ambientali, sociali ed economici. Una sfida nella sfida, che ci pone davanti a grandi responsabilità nei confronti delle comunità e dei territori".
    Enrico Giovannini, ministro delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili, ha dichiarato: "Economia, società, ambiente e istituzioni sono i quattro pilastri dello sviluppo sostenibile. Sono strettamente collegati tra loro e devono essere in equilibro. È necessario che si muovano all'unisono altrimenti il sistema non funziona".
    Il cardinale Augusto Paolo Lojudice, arcivescovo di Siena, ha sottolineato che "non abbiamo più molto tempo purtroppo" per evitare di "danneggiare irreparabilmente il Creato che ci è stato dato in custodia" ed è per questo che la Diocesi di Siena ha accolto senza esitazioni la proposta di aprire questo nuovo cammino di speranza". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie