Sport

Spirito Olimpico: "L'applauso di Dell'Aquila, un capolavoro"

"Vinto l'oro, prima di esultare batte le mani all'avversario..."

(ANSA) - TOKYO, 25 LUG - (Riflessioni di don Gionatan De Marco, cappellano degli azzurri al Villaggio atleti) "Ieri il tunisino Jendoubi è stato travolto da Vito Dell'Aquila, che ha conquistato il primo oro azzurro di Tokyo 2020. Ma per me l'immagine da fotografare e su cui mettere un like è arrivata un secondo dopo, quando Vito ha chiesto ai presenti un applauso per l'avversario sconfitto. Immagine stupenda che rende la vittoria di Vito un vero e proprio capolavoro di spirito olimpico in cui il rispetto dell'avversario viene addirittura prima dell'esultanza per la vittoria. Capolavoro di spirito olimpico in cui sembra quasi venir prima l'asciugare la lacrima del perdente dell'andare a suonare le campane della festa.
    Capolavoro di spirito olimpico in cui due avversari di gara si ritrovano dopo appena un secondo dalla fine nell'abbraccio dell'amicizia! Capolavoro di spirito olimpico nel vedere Vito che non solo conquista l'oro nel taekwondo ma prima di tutto merita l'oro nel modo di essere campione nei piccoli gesti della vita, che poi sono quelli che contano davvero! Uno spirito olimpico... riflesso di uno Spirito che rende belle le persone e ciò che esse compiono". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie