Sport

Pesi: domani l'Assemblea Fipe, l'ultimo mandato per Urso

"I nostri dati sono in positivo,siamo una federazione in salute"

(ANSA) - ROMA, 10 OTT - Domani, domenica 11 ottobre, si terrà a Roma la X Assemblea Nazionale Ordinaria Elettiva delle Associazioni e delle Società Sportive affiliate alla Fipe per il rinnovo della carica di Presidente Federale, del Consiglio Federale e del Presidente del Collegio dei Revisori dei Conti, per il Quadriennio 2021-2024. Il Presidente Antonio Urso si presenterà per il suo ultimo mandato: in carica dal 2005, Urso ha accompagnato la Federazione Pesistica per 16 anni, dandogli un nuovo volto.
    "Come in tutte le aziende - afferma Urso - al di là delle intenzioni contano i risultati e i numeri, perché sono quelli che rimangono e scrivono le storie. Dal 2005 ad oggi in Fipe non c'è un dato che non sia cresciuto in modo esponenziale, oltre le nostre più rosee aspettative. Per prima cosa guardiamo i risultati in campo internazionale, con 446 medaglie conquistate, titoli europei, mondiali, a livello giovanile e paralimpico.
    Oppure penso al settore della formazione, il nostro core business insieme alla pesistica olimpica, dove i 173.000 mila euro di ricavi del 2005 sono aumentati del 630%. A dir la verità c'è un numero che è diminuito ed è, in proporzione, il costo della nostra organizzazione interna, della nostra segreteria, tra le migliori in assoluto di tutto il panorama delle Federazioni".
    Parlando dei prossimi 4 anni, Urso non nasconde anche delle perplessità: "Purtroppo, l'incertezza della politica non ci consente di fare programmi a lungo termine, ma possiamo comunque dire che affronteremo il 2021 grazie alle nostre virtù interne, con una segreteria eccellente, uno staff tecnico preparato ed efficace, un gruppo selezionato di atleti che stiamo crescendo e il desiderio di investire le nostre risorse economiche sui giovani. Noi - conclude il presidente della Fipe - siamo preparati e sicuri di ciò che siamo e i nostri obiettivi restano chiari: l'olimpismo e il paralimpismo, la selezione dei giovani la loro crescita umana e sportiva, la formazione continua dei quadri tecnici e dirigenziali e la possibilità di condividere l'esperienza della pesistica come strumento di lavoro per altre discipline sportive". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie