Atletica: razzismo; campionessa Commonwealth accusa polizia

Fermata assieme a compagno.'Guardati sempre come fossimo feccia'

 La velocista britannica Bianca Williams ha accusato Scotland Yard di pregiudizi razziali dopo essere stata fermata a Londra per un controllo di routine.
    Medaglia d'oro nella staffetta 4X100 ai giochi del Commonwealth e agli Europei, la 26enne Williams era insieme al suo compagno, il quattrocentista portoghese Ricardo dos Santos, e del loro figlio di tre mesi, quando è stata fermata dagli agenti di polizia. Le immagini del fermo - pubblicate online dal loro coach, il campione olimpionico di Barcellona '92 Linford Christie - sono diventate presto virali in rete. "E' sempre la stessa cosa con Ricardo - ha raccontato la Williams al Times -.
    Pensano che stia guidando un auto rubata o che abbia fumato cannabis. E pensano che sia sospetto che una persona di colore guidi una bella auto in certe zone: come minimo deve far parte di una gang. E' un pregiudizio razzista, il modo in cui gli parlano, come se fosse una feccia. E' sconvolgente, disgustoso da guardare". 

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie