Coronavirus, i Major tra cancellazioni e riprogrammazioni

Ryder Cup 2020, capitan Harrington: 'Niente torneo senza pubblico'

Dopo la cancellazione dell'Open Championship e la riprogrammazione del Masters Tournament, dello Us Open e del Pga Championship, i quattro Major del golf, cambiano anche le date dei play-off della FedEx Cup del Pga Tour, che slittano di una settimana. L'inizio - coronavirus permettendo - è previsto per il 17 agosto con il The Northern Trust, mentre l'ultimo evento, il Tour Championship, si concluderà il 7 settembre ad Atlanta.

L'emergenza coronavirus ha dunque cancellato, per la prima volta dal 1945, il "The Open", il torneo Slam più antico del golf (prima edizione nel 1860) dal calendario 2020. Il Pga Championship, inizialmente in programma dal 14 al 17 maggio a San Francisco, si giocherà sul percorso dell'Harding Park dal 6 al 9 agosto. Mentre lo Us Open, originariamente previsto dal 18 al 21 giugno a Mamaroneck, nella contea di Westchester (New York), verrà recuperato dal 17 al 20 settembre al Winget Foot Gc. Il Masters Tournament (prima in calendario dal 9 al 12 aprile) si giocherà in Georgia (Stati Uniti) dal 12 al 15 novembre.

Niente da fare, invece, per l'Augusta National Women's Amateur Championship, cancellato dal calendario 2020. L'Italia avrebbe dovuto schierare 5 giocatrici (Caterina Don, Alessia Nobilio, Benedetta Moresco, Emilie Alba Paltrinieri e Anna Zanusso), che dovranno dunque aspettare il prossimo anno per disputare uno dei tornei internazionali dilettantistici più attesi.

Per quanto riguarda la Ryder Cup, Padraig Harrington dichiara il suo no ad un torneo senza pubblico. La sfida biennale contro gli Stati Uniti dovrebbe svolgersi dal 25 al 27 settembre 2020 ad Haven, nel Wisconsin. "Se l'evento andrà in scena - ha affermato alla Bbc il capitano del Team Europe - il pubblico sarà sugli spalti. Questo è il pensiero comune: nessuno vuole che un evento del genere si giochi senza tifosi e appassionati".

La Bbc ha riportato anche le posizioni dell'azzurro Francesco Molinari e del britannico Tommy Fleetwood, artefici del successo del Vecchio Continente a Parigi 2018, secondo i quali "senza i tifosi non sarebbe lo stesso".

La decisione finale degli organizzatori dovrebbe arrivare tra la fine di maggio e l'inizio di giugno.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie