Sport
  • Serie A: Sassuolo-Inter 1-2, Inzaghi decide il match con i cambi

Serie A: Sassuolo-Inter 1-2, Inzaghi decide il match con i cambi

Inter passa in Emilia, decisivo Dzeko. Handanovic rosso mancato

Torna al successo l'Inter battendo a domicilio un Sassuolo convincente dopo un'ora giocata a grandi livelli. La squadra di casa, che ha chiuso in vantaggio il primo tempo, si è dovuta arrendere nella ripresa: decisivi i quattro cambi operati in contemporanea da Inzaghi che hanno dato una spinta importante ai nerazzurri. In particolare con Dzeko, autore del gol del pareggio ma anche abile nell'andarsi a conquistare il rigore che ha poi permesso all'Inter di andare in vantaggio con Lautaro La cronaca

 

All'inizio Inzaghi, dopo due pari di fila in campionato, opta per il 3-5-2 cambiando il minimo indispensabile rispetto alla gara con lo Shaktar. In attacco torna Correa dal primo minuto a fare coppia con Lautaro. Dionisi recuperato Consigli, sceglie Muldur, conferma Frattesi in mediana, con Defrel a sorpresa attaccante centrale assistito dal solito 'trio', Berardi, Djuricic e Boga. L'Inter è subito pericolosa in avvio con Correa che ispira Chalanoglu che non supera Consigli in uscita. Ma è il Sassuolo a creare la prima azione importante. Sbaglia De Vrij, Berardi conquista palla e mette in movimento Defrel che impegna severamente Handanovic. L'Inter cerca di guadagnare metri di campo ma l'azione difensiva del Sassuolo non registra particolari sbavature. Anzi è proprio la formazione di Dionisi a prendere con frequenza l'iniziativa che culmina con il vantaggio. Al 21' Boga affronta Skriniar che lo colpisce in modo scorretto. Pairetto non ha dubbi e indica il dischetto dal rigore. Berardi centra il bersaglio e a sorpresa porta avanti i suoi: Handnovic intuisce ma non riesce ad intercettare il pallone. Prova a reagire l'Inter con Perisic che cerca Lautaro (24') ma arriva in ritardo. Al 31' ci pensa Consigli a difendere la sua porta:dopo l'angolo, doppio tentativo di Barella, sul secondo è decisivo il portiere. Al 37' l'Inter chiede il rigore per un intervento su Skriniar. Inzaghi protesta e si prende un giallo. Poi si rivede il Sassuolo: sventola al volo di Berardi, con la punta delle dite Handanovic si salva in corner. Prima dell'intervallo errore di De Vrij in impostazione, Defrel scappa palla al piede, Handanovic esce cercando di evitare il contatto con l'avversario. Check del Var, tutto regolare nonostante le proteste dei padroni di casa. Rivisti i filmati l'impressione netta è che il portiere dell'Inter dovesse essere espulso. Nella ripresa, subito Handanovic sul contropiede del Sassuolo conclusione di Rogerio sporcata da Skriniar, respinge il portiere ospite. Ancora i neroverdi al 9', ancora Handanovic che dice no al possibile 2 a 0 su conclusione di Boga, Inzaghi chiede un supporto dalla panchina e inserisce quattro nuovi giocatori, soprattutto Dzeko al posto di Correa abbastanza in ombra. In campo anche Darmian, Dumfries e Dimarco. In particolare l'ex della Roma si rivelerà decisivo per ribaltare la partita. Al 14' il pari: Perisic mette in mezzo e lo stesso Dzeko anticipa Ferrari e di testa segna. Nel Sassuolo entra Raspadori per Defrel. La svolta decisiva al 31': uscita sul limite dell'area di Consigli che frana su Dzeko che si era liberato dalla marcature di Chiriches. Per Pairetto è rigore. Protesta il Sassuolo ma il Var conferma la decisione. Dal dischetto Lautaro non sbaglia. Inter avanti. A tre minuti dalla fine ultimo guizzo del Sassuolo con Berardi e ancora Handanovic in doppia presa sventa il pericolo.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie