Champions: corsa a cinque, e ora spera anche la Lazio

Atalanta, Napoli, Juve, Milan con i biancocelesti per tre posti

La corsa Champions al tempi del Coronavirus è un condensato di equilibrio, incertezza, ambizioni e sogni. Salvo clamorosi reinserimenti (Roma, che si aggrappa all'accesso in caso di trionfo nell'Europa League), a sole cinque giornate dalla fine, il discorso sembra riguardare cinque squadre che, tenuto conto delle assolute certezze dell'Inter, dovranno lottare per i tre posti rimasti liberi: si tratta dell'Atalanta, attualmente seconda a 68 punti; del Napoli, a 66, gli stessi della Juventus e del Milan; della Lazio, che di punti ne ha 61, ma deve recuperare la partita contro il Torino. Dunque, conti alla mano, in caso di vittoria, i biancocelesti rientrano a pieno titolo nella lotta. Ma non è tutto: l'ultima cinquina di partite è caratterizzata da una serie di scontri diretti. Il Milan, per esempio, dovrà vedersela sia contro la Juventus, sia contro l'Atalanta. La Lazio, nelle sei partite da giocare, ha solo lo scoglio Roma da affrontare, le altre - almeno in teoria - sono alla portata della banda Inzaghi. L'Atalanta, che del lotto sembra nettamente la squadra più in forma, Milan a parte (ma all'ultima giornata potrebbe già avere acquisito la matematica certezza della qualificazione in Champions), non avrà sul proprio cammino avversari insormontabili. Il Napoli ha il calendario più abbordabile, soprattutto se non avrà più defezioni e continuerà a offrire prestazioni di alto profilo, come è avvenuto nelle ultime partite. La squadra di Gattuso, se al completo, non teme avversari. La Juve avrà un calendario non facile, con due ostacoli abbastanza duri, le milanesi, che sarà chiamata però ad affrontare in casa. La squadra di Pirlo è capace di buone prestazioni e di tonfi clamorosi ma, ora come ora, non può più permettersi il lusso di sbagliare.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie