Serie A: Inter all'esame Roma, Milan prova nuova fuga

Trappola Sassuolo per la Juve, Napoli cerca riscatto a Udine

Le sconfitte contemporanee delle milanesi rimescolano le carte del campionato: Juve e Atalanta risalgono, ma la sorpresa e' la Roma che ora verifica le sue ambizioni ricevendo domenica mattina l'Inter nel clou della serie A. Se vince l'agguanta al secondo posto permettendo magari al Milan di scappare di nuovo, se riuscirà, domani sera a San Siro, a mettere ko un Toro in sostanziosa ripresa. Il sotto clou e' Juve-Sassuolo coi bianconeri col morale a mille dopo il trionfo di San Siro nonostante un Ronaldo incolore.

La Serie A dell'era covid e' piu' equilibrata e piena di spunti interessanti: gol a grappoli, bel gioco, sorprese che possono venire da squadre meno agguerrite come Spezia e Sampdoria che, dopo avere abbattuto Napoli e Inter, si affrontano nell'interessante posticipo di lunedi'.

Dzeko contro Lukaku nella super sfida dell'Olimpico: l'Inter di Conte subisce troppi gol, paga errori individuali di Vidal, Sanchez e perfino Barella, non sfrutta le tante occasioni che crea con la sua furia agonistica. Il rientro del belga dovrebbe fare la differenza, ma Conte sa bene che la Roma e' in piena fiducia, ha migliorato il suo assetto difensivo, si gode la rivelazione Villar, il recupero di Karsdorp, i gol di Borja Mayoral, ma il suo totem e' Mkhitaryan, che sposta i risultati con gol e assist. E' un esame vero per Fonseca, dopo i tonfi con le grandi Napoli e Atalanta.

Stefano Pioli convoca Zlatan Ibrahimovic e Hakan Calhanoglu per la sfida contro il Torino di questa sera. Lo svedese che ha svolto solo parte dell'allenamento con il gruppo, torna a disposizione dopo un mese e mezzo. Calhanoglu, invece, non era al meglio per un problema alla caviglia rimediato nella sfida contro la Juventus di mercoledì sera.

Pirlo invece si giova della forma di Chiesa, inseritosi da protagonista, e dei progressi di Dybala. La Juve e' favorita sul Sassuolo, che la segue a un punto, ma che ormai sa garantire sempre un rendimento di qualita'. Unico handicap per De Zerbi e' il probabile forfait di Berarsi per problemi muscolari.

L'Atalanta cerca il terzo successo consecutivo in casa del solido Benevento di Pippo Inzaghi, che proprio da Bergamo spicco' il volo verso Juve e Milan. Gasperini lo applaude ("ha passione e il calcio in testa") ma sa di avere una squadra tornata in grande forma, che segna a raffica e puo' permettersi di tenere in panchina Muriel. La gara sara' tutt'altro che scontata vista la qualita', l'entusiasmo e i risultati della matricola. A Udine ci sara' la prova d'appello per un nervoso Napoli che crea tanto ma non finalizza, anche per le assenze di Osimhen e Mertens, mentre si sta rivelando un boomerang la gestione del caso Milik. Le feroci autocritiche di Gattuso non danno frutti, il crocevia ora e' la trasferta con l'Udinese, squadra discontinua ma che si giova di uno dei migliori talenti della serie A, De Paul.

Momento difficile per Di Francesco che e' stato confermato dal Cagliari ma non puo' permettersi un nuovo rovescio. E' di difficile catalogazione la gara con un'alterna Fiorentina senza Ribery, che non ha dato seguito all'exploit con la Juve.

Delicate per la zona salvezza le altre due sfide: il Crotone dopo i nove gol subiti da Inter e Roma non sembra avere scampo in casa del Verona di Juric e Zaccagni, che spera ancora nell'Europa. Dopo il ko nel finale col Sassuolo il Genoa di Ballardini ha bisogno di punti nella sfida col Bologna e si affida all'ex Destro, che sembra tornato in grande forma.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie